Coronavirus. Unione europea: semplificare procedure lavoratori stagionali

Coronavirus. Unione europea: semplificare procedure lavoratori stagionali

Coronavirus. Unione europea: semplificare procedure lavoratori stagionali

LA  Commissione europea pubblica nuove linee guida per facilitare spostamenti all’interno dei Paesi membri

Procedure semplificate per garantire la circolazione all’interno dell’Ue dei lavoratori stagionali, che sono di fondamentale importanza per il settore agricolo.

A stabilirlo è la Commissione Ue che ha pubblicato le nuove linee guida per consentire ai “lavoratori mobili” all’interno dei confini comunitari, qualificati come lavoratori essenziali nella lotta contro la pandemia di Coronavirus, di raggiungere il loro posto di lavoro. Tra questi, appunto, sono inclusi i lavoratori stagionali agricoli.

Il settore agroalimentare dell’Ue sta lavorando duramente per garantire una catena di approvvigionamento alimentare efficiente e la sicurezza alimentare in tutta l’Europa durante questa crisi senza precedenti. Tuttavia, nelle prossime settimane, dovrà affrontare una carenza significativa di manodopera se i lavoratori stagionali non saranno in grado di raggiungere il loro posto di lavoro a causa delle misure restrittive. I lavoratori stagionali sono fondamentali per il settore agricolo in termini di funzioni di raccolta, semina e cura, specialmente nella stagione in corso.

Attraverso queste linee guida, la Commissione sollecita gli Stati membri a stabilire procedure rapide e senza oneri specifici per garantire un passaggio agevole per i lavoratori frontalieri e stagionali. Le procedure potranno includere anche uno screening sanitario proporzionato.

Per quanto riguarda i lavoratori stagionali nel settore agricolo, gli Stati membri dovranno scambiarsi informazioni sulle loro diverse necessità a livello tecnico e stabilire procedure specifiche per garantire un passaggio agevole di questi lavoratori. Inoltre, gli Stati membri dovranno trattare queste persone come lavoratori essenziali e informare i datori di lavoro sulla necessità di fornire a quest’ultimi condizioni lavorative adeguate che includano una protezione adeguata della salute.

La Commissione continuerà, infine, a collaborare con gli Stati membri per identificare le migliori pratiche da utilizzare in tutti gli Stati membri per consentire ai lavoratori critici di esercitare il loro lavoro senza ostacoli ingiustificati.

Share
Verde Azzurro 6

Verde Azzurro 6