CORONAVIRUS: MALLEGNI (FI), NON MORIREMO DI COVID-19 MA DI QUESTO PASSO SICURAMENTE DI FAME

Forse non moriremo di coronavirus ma sicuramente di fame. Questo Governo ha trasformato il nostro paese in un lazzeretto”: così Massimo Mallegni, Senatore di Forza Italia, il primo a chiedere la quarantena obbligatoria in Toscana per i 2.500 cinesi al Governatore Enrico Rossi torna a parlare dell’emergenza coronavirus. “In Toscana – spiega Mallegni – dovevamo controllare chi arrivava dalla Cina, pretendendo la quarantena obbligatoria, ed invece si chiede agli imprenditori, ai proprietari delle abitazioni, di trovare le abitazioni ai cinesi per l’auto quarantena. Chi governa questa regione si è accorto solo ora che ci sono migliaia di individui che vivono e dormono nei capannoni. Noi lo diciamo da anni. La speranza è che lo abbiano fatto da soli in maniera responsabile. A questo punto è abbastanza plausibile aspettarsi, entro le prossime ore, uno o più casi anche in Toscana”. Mallegni è preoccupato per gli effetti sull’economia: “il primato dei contagi è stato comunicato come il trionfo dell’efficienza governativa. – analizza ancora – Stanno arrivando le prime cancellazioni delle prenotazioni nelle nostre città, le aziende del Nord rischiano la paralisi e così un intero sistema economico nazionale. Stiamo molto attenti alle prossime mosse”.

Share