Coronavirus: Il Comitato tecnico scientifico (Cts) ha dato parere positivo all’uso di tamponi rapidi anche nella scuola, con la finalità di screening.
Si tratta di tamponi che danno risposta in meno di 30 minuti.
A breve quindi dovrebbe uscire una nuova circolare ministeriale in merito.
Per quanto riguarda i test salivari sono in fase di sperimentazione in Lazio, ancora devono essere validati dal Ministero, ma il quadro è in evoluzione e quindi avremo novità nel giro di poco.
Cari cittadini, care cittadine,
È notizia di oggi che il Cts ha dato parere favorevole all’uso dei test rapidi, già usati in alcuni aeroporti, a scuola. Ovviamente è per la finalità di screening, perché poi l’accertamento di positività passa sempre dal tampone, che ha affidabilità maggiore.
Pertanto uscirà a breve una nuova circolare ministeriale che darà il via alla possibilità, che poi Regioni e Asl dovranno tradurre in realtà.
Con questi test rapidi i tempi di attesa si riducono notevolmente, soprattutto quando l’indecisione se è Covid-19 o meno è tanta, perché il risultato arriva in meno di 30 minuti.
Questi non sono i test salivari. I test salivari (ancora meno invasivi) sono in fase di sperimentazione.
La situazione è giustamente in evoluzione, in modo da trovare il punto di incontro migliore fra l’obiettivo primario della sicurezza e l’obiettivo primario del bisogno di risposte in tempi accettabili.
Pertanto cerchiamo di non perdere la serenità: è comprensibile l’ansia e lo stress per il quadro complessivo, ma mi pare che anche a livello nazionale adesso sia chiaro che bisogna velocizzare l’attività di screening, soprattutto a scuola, per evitare quelle situazioni in cui una famiglia resta appesa per giorni in attesa del risultato di un tampone, con tutte le questioni che seguono per il lavoro e per tutto.
Le cose quindi vanno, su questo fronte, in questa direzione e penso che nel giro di poco tempo ci saranno novità che garantiranno sicurezza e, allo stesso tempo, semplificheranno la vita dei genitori.
Vi tengo aggiornati passo passo.
Stringiamo i denti, vediamo di portare a casa quello che ancora manca.
Insieme ce la faremo.
LUCA MENESINI

Share