Coronavirus, decreto per la limitazione delle attività. Nel primo elenco diffuso l’agricoltura resta aperta

22 Marzo 2020|Dimensione Agricoltura,

Interventi per il contenimento della diffusione del COVID 19. Limitazione all’esercizio delle attività

La nuova stretta del Governo all’esercizio di attività non strategiche al fine di contenere la diffusione del COVID 19, meglio conosciuto come “Coronavirus”, ha suscitato molta preoccupazione anche  tra i produttori agricoli.

Dall’elenco ufficioso distribuito dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, appare ben chiaro che tutta l’attività primaria potrà essere esercitata anche da domani (entrata in vigore delle nuove disposizioni).

Nella macro area dei codici di attività (Ateco) 01 infatti, rientrano tutte le attività agricole ed i servizi ad esse correlate. Si allega un elenco esemplificativo.

Al momento non c’è dato sapere se ciò che dovrà essere riscontrato per individuare l’attività esercitabile è il codice attività dichiarato all’Agenzia delle entrate, al Registro delle imprese della Camera di Commercio, oppure l’effettiva attività svolta.

 

Al momento sembra che la Presidenza del Consiglio dei Ministri propenda per quest’ultimo riferimento, attività effettivamente svolta. Vale la pena evidenziare che qualora l’attività non rientri tra quelle espressamente previste dal DPCM in fase di emanazione, la stessa dovrà, se possibile, essere esercitata con il sistema di “lavoro agile” (smart working).

Seguiranno aggiornamenti ed approfondimenti appena disponibili, per eventuali chiarimenti contatta i nostri uffici territoriali per telefono o mail.

Allegato: Il codice Ateco 01 in dettaglio (PDF)

Share