Controlli olio, 1 bottiglia su 3 ‘irregolare’: Confagricoltura “Nessuna sorpresa, legge utile ma sottovalutata dagli operatori”

Firenze, 23 dicembre 2015 – “Non siamo sorpresi dell’esito dei controlli da parte del Corpo forestale della Toscana in merito al mancato rispetto da parte dei ristoratori della legge che impone l’uso dei tappi anti rabbocco per l’olio extravergine d’oliva”- E’ quanto dichiarato da Francesco Miari Fulcis, presidente di Confagricoltura Toscana commentando i risultati presentati ieri dal Corpo Forestale della Toscana sui controlli in 234 esercizi della Toscana che hanno procurato sanzioni per 26 mila euro

“Una bottiglia su  tre che non rispetta il provvedimento è sicuramente un bilancio pesante e sta a significare che la legge, in vigore da un anno per tutelare il consumatore, sia stata presa sottogamba dagli operatori. Vorrei inoltre precisare – continua Miari Fulcis – che rispetto a quanto erroneamente dichiarato da qualcuno, non si tratta di ‘un intoppo burocratico’  ma ritengo giusto che chi va al ristorante debba avere la garanzia che il prodotto letto sull’etichetta corrisponda effettivamente a quanto è presente all’interno della bottiglia. In questo modo – conclude il presidente di Confagricoltura Toscana – non si tutela soltanto il consumatore ma anche il produttore stesso che con quella bottiglia racconta la sua attività.”

Lorenzo Galli Torrini

Share