CONTRIBUTO PER L’AFFITTO: BANDO APERTO FINO AL 22 LUGLIO

Il contributo coprirà fino al 70 per cento del canone mensile

Borgo a Mozzano, 18 maggio 2016 – Da una parte le famiglie, che progressivamente faticano a pagare l’affitto della propria abitazione. Dall’altra, l’edilizia pubblica che è sempre insufficiente rispetto alle domande. Due elementi che, se combinati insieme, delineano bene il quadro del disagio abitativo a cui le amministrazioni comunali cercano di porre rimedio. Ecco perché il Comune di Borgo a Mozzano, per volere della giunta Andreuccetti, ha pubblicato, per il secondo anno consecutivo, il bando per richiedere il contributo per l’affitto. Attivo da ieri pomeriggio, il bando resterà aperto fino alle 13 del 22 luglio prossimo e prevede la copertura fino al 70 per cento del canone mensile.

Il contributo sarà calcolato in base a due fasce di reddito: la fascia A, con un ISE (indicatore della situazione economica) fino a 13.049,14 euro, riceverà fino a un massimo di 3.100 euro annui; alla fascia B, invece, con un ISE fino a 28.216,37 euro, saranno assegnati fino a 2.325 euro annui. Per determinare la fascia di reddito e il conseguente contributo, si farà riferimento ai valori ISE e ISEE (indicatore della situazione economica equivalente) relativi al 2014. In caso di ISE pari a zero, il richiedente dovrà dichiarare le fonti di sostentamento economico, che possono derivare dall’assistenza dei servizi sociali, da una persona fisica o da un ente o un’associazione: in ogni caso, pena l’esclusione dal bando, dovranno essere dichiarate le specifiche dettagliate. L’amministrazione provvederà ad erogare la cifra con una soluzione unica: il contributo decorre dal 1° gennaio fino al 31 dicembre 2016 ed è rapportato al periodo di effettiva validità del contratto e in funzione del numero di mensilità pagate e documentate.

CHI PUÒ PARTECIPARE AL BANDO. Per richiedere il contributo di locazione è necessario essere cittadini italiani, intestatari di un contratto di locazione ad uso abitativo, residenti nel Comune di Borgo a Mozzano e nell’immobile per il quale si richiede il contributo. Possono partecipare anche gli stranieri con permesso di soggiorno valido per un anno e residenti senza interruzioni da almeno dieci anni sul territorio nazionale o da almeno cinque in Toscana.

Non sono ammessi a partecipare al bando gli intestatari di un contratto di locazione in un immobile di categoria signorile o di lusso, né è possibile richiedere il contributo se si è titolari di diritti di proprietà, usufrutto, uso e abitazione su immobili residenziali. Allo stesso modo, sono automaticamente esclusi dal contributo i titolari di beni mobili registrati di valore superiore ai 25mila euro, gli assegnatari di un alloggio di edilizia pubblica o di altri benefici pubblici e i conduttori di un contratto di locazione con canone calmierato.

COME SI PARTECIPA.  Per richiedere il contributo è sufficiente inviare una sola domanda per nucleo familiare, compilando gli appositi moduli da ritirare all’Ufficio Casa, all’Ufficio Urp del Comune di Borgo a Mozzano o da scaricare dal sito del Comune, sezione Sociale e Sanità, Ufficio Casa.

Alla domanda dovranno essere allegate le copie del documento di identità del richiedente, del contratto di affitto registrato e del permesso di soggiorno in corso di validità, se a richiedere il contributo è un cittadino extracomunitario. È inoltre richiesta la presentazione della dichiarazione relativa alle fonti di sostentamento e al possesso di beni mobili. Tutto il materiale potrà essere consegnato a mano o spedito a mezzo raccomandata A.R. entro le ore 13 del 22 luglio.

Il Comune di Borgo a Mozzano pubblicherà sull’Albo Pretorio dal 4 al 19 agosto l’elenco degli ammessi e degli esclusi. Durante questo periodo sarà possibile presentare ricorso, recapitando la documentazione cartacea direttamente all’Ufficio Casa del Comune, il martedì dalle 9 alle 13.30 e dalle 15 alle 17.30 e il venerdì dalle 9 alle 13.30. In questa occasione, sarà possibile sanare o perfezionare la domanda, integrandola con i documenti e le dichiarazioni mancanti. L’elenco definitivo degli ammessi sarà poi pubblicato entro il 30 settembre 2016.

Per ricevere il contributo, l’assegnatario dovrà consegnare, a partire dal 1° gennaio e entro il termine ultimo del 31 gennaio 2017, l’attestazione di pagamento del canone di locazione riferita all’anno 2016: l’erogazione avverrà in un’unica soluzione.

 

Share