CONTRIBUTO DI 200 MILA EURO DELLA FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI LUCCA PER LA CHIESA DI SAN ROCCO DI MULINA DI STAZZEMA

Stazzema_ La Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca ha concesso un contributo di 200.000,00 euro per i ” Lavori di messa in sicurezza strutturale ed architettonica della copertura della Chiesa di San Rocco a Mulina al fine della realizzazione di un’area museale ed espositiva”.

 

La notizia è leggibile sul sito della Fondazione, Bando Beni culturali 2021-2023. Il progetto del recupero della chiesa di San Rocco di Mulina è tra i 49 progetti per i quali è stato deliberato l’assegnazione del contributo. Un grazie immenso alla Fondazione e a tutti i soggetti istituzionali e religiosi che hanno preso a cuore il recupero e la conservazione della chiesa di San Rocco di Mulina di Stazzema, luogo della memoria nazifascista del 12 agosto 1944. Un grazie anche agli anonimi donatori che hanno permesso racimolare un piccolo fondo di 2.500,00 euro e dimostrare così che anche comuni cittadini intendevano manifestare il loro interesse affinché la chiesa di San Rocco e l’annessa canonica restassero testimonianze vive della barbarie fascista che si consumò il 1, l’8 e il 12 agosto 1944 a Mulina di Stazzema.

 

Una barbarie che è restata dimenticata per ben 47 anni e che dal 1991 è stata riconsegnata alla storia e alla memoria resistenziale e antifascista italiana, così come ha trovato onore e spazio tra i protagonisti e agnelli sacrificali in quell’ora buia che fu l’agosto del 1944 la figura di don Fiore Menguzzo, allora ventottenne parroco di Mulina e che insieme a don Innocenzo Lazzeri rappresenta il tributo sacerdotale pagato alla ferocia assassina nazifascista del 12 agosto 1944.

 

Questo importante contributo elargito dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca allontana la paura che la storia dei martiri di Mulina, recuperata dal silenzio di decenni e che dal 1991 si commemora nella frazione ogni 11 agosto, potesse essere ancora preda dell’oblio. Un riconoscente grazie a chi ha operato perché fosse scongiurata questa terribile eventualità. Anche agli organi di stampa, che hanno pubblicato i numerosi comunicati inviati per sensibilizzare il recupero la conservazione di questi beni della memoria comune. Giuseppe Vezzoni Gruppo Labaro Martiri di Mulina di Stazzema, addì 21.12.2021

Share