Contributi per l’affitto a Porcari, c’è tempo fino al 15 novembre per presentare le domande
Baiocchi: “Il post-pandemia richiede nuove modalità per sostenere il diritto alla casa”
Contributi in conto affitto, ci sarà tempo fino al 15 novembre per presentare al Comune di Porcari la domanda per ottenere l’integrazione ai canoni di locazione.
Un sostegno per le famiglie a redditi più bassi che può arrivare fino ad un massimo di 3100 euro annui sulla base dei dati economici forniti grazie alle risorse trasferite dalla Regione Toscana.
“Il diritto alla casa – spiega l’assessore al sociale del Comune di Porcari, Lisa Baiocchi – è un obiettivo cardine della nostra amministrazione, da sempre impegnata a prevenire situazioni di marginalità per una più diffusa e solida sicurezza sociale. La comunità cresce quando nessuno rimane indietro: è questo il senso dei contributi pubblici per affrontare le spese di locazione, tanto più in un momento delicato come quello successivo all’emergenza coronavirus. E, proprio sulle nuove difficoltà che le famiglie stanno vivendo rispetto alle spese per la propria abitazione, noi assessori al sociale dei Comuni della Piana di Lucca ci siamo recentemente confrontati con l’assessore regionale Serena Spinelli: occorrono nuovi paradigmi per fronteggiare contesti di disagio che stanno assumendo forme diverse rispetto a quelle già conosciute”.
Le domande per la concessione del contributo dovranno essere presentate solo sui moduli predisposti dal Comune di Porcari, scaricabili dal sito internet ufficiale alla sezione ‘Documenti – Modulistica’ o ritirabili, in caso di impossibilità, all’ufficio interventi alle persone in via Roma 121 aperto dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13. La domanda compilata dovrà poi essere consegnata a mano in Comune (previo appuntamento telefonico allo 0583.211856); con raccomandata con ricevuta di ritorno inviata al Comune di Porcari in piazza Felice Orsi 1 con indicazione sulla busta della dicitura “Contiene domanda di partecipazione al bando di concorso per l’erogazione di contributi ad integrazione dei canoni di locazione anno 2021”; in formato pdf o foto leggibile in jpg tramite pec all’indirizzo comune.porcari@postacert.toscana.it.
Per l’ammissione al bando è necessario essere residenti a Porcari e nell’immobile per cui si richiede il contributo; essere titolari di un regolale contratto di locazione; non possedere altri immobili nell’arco di 50 chilometri da Porcari o comunque immobili in proprietà o usufrutto il cui valore complessivo superi i 25mila euro; il valore del patrimonio mobiliare non deve superare i 25mila euro e il patrimonio complessivo non eccedere i 40mila.  L’Ise del nucleo familiare non deve essere superiore ai 28.727,25  euro e l’incidenza del canone non deve essere inferiore al 14 per cento in caso di valore Ise inferiore o uguale a 13405,09 euro e al 24 per cento in caso di Ise fino ai 28727,25 euro.
Sulla base delle dichiarazioni presentate verrà stilata una graduatoria, divisa in due fasce di reddito, in cui verrà data priorità ai casi di presenza di un conduttore ultra65enne con nucleo familiare composto da una o due persone; di presenza di soggetti con invalidità pari o superiore al 67 per cento e di nucleo familiare composto da un solo genitore lavoratore con uno o più figli a carico. I nuclei con valore Ise non superiore a 13405,09 euro riceveranno un contributo che corrisponde alla parte del canone di locazione che eccede il 14 per cento dell’Ise fino a un massimo di 3100 euro annui; per gli altri nuclei, invece, il contributo corrisponde alla parte che eccede il 24 per cento dell’Ise fino a un massimo di 2325 euro annui.

Share