Contratto di Fiume: proseguono le iniziative di coinvolgimento e sensibilizzazione delle scuole e della comunità locale sulla biodiversità e sui valori paesaggistici del Serra e del Vezza

Visite guidate, esperienze di citizen science, coinvolgimento del mondo della scuola. I partner dei “Contratti di Fiume” dei torrenti Serra e Vezza hanno realizzato e stanno programmando per l’estate alcune iniziative rivolte alle comunità locali per promuovere la conoscenza della biodiversità e dei valori paesaggistici dei due corsi d’acqua. «Sono finalità basilari dei nostri “Contratti di Fiume”», spiega il sindaco Riccardo Tarabella. «Attraverso la conoscenza e la consapevolezza si coltiva il rispetto per questi luoghi meravigliosi e si gettano le basi per ogni futura iniziativa di valorizzazione. Il coinvolgimento dei residenti e delle scuole sarà sistematico lungo tutto il percorso intrapreso dal Comune di Seravezza assieme ai suoi partner».

Il Consorzio di Bonifica 1 Toscana Nord è stato il primo a partire. Dopo aver realizzato alcuni video ed averli promossi nelle scuole del territorio, l’ente ha organizzato infatti il concorso “Caro Fiume, parlami di te, delle tue acque, dei tuoi pesci, dei tuoi fiori” al quale hanno aderito ventuno studenti delle classi seconde della scuola media inferiore. La premiazione dei migliori elaborati e la distribuzione di borracce agli studenti è prevista a breve. «Il tema è stato declinato dal Consorzio all’interno del “Contratto di Fiume” dei torrenti Serra e Vezza ed è un tema a noi molto caro, legato a una manutenzione più gentile e attenta alle peculiarità dei corsi d’acqua», spiega il presidente Ismaele Ridolfi. «Sempre più i nostri tecnici integrano idraulica e conoscenza ambientale per un territorio più sicuro, vivibile e curato. Inoltre, in questo periodo così difficile per i nostri giovani, l’ente consortile ha deciso di puntare ancor più su di loro, supportando le scuole nell’attività di educazione ambientale. E il tema dei contratti di fiume, nei quali siamo impegnati, è stato uno dei principali, tra quelli trattati durante gli incontri avuti coi ragazzi. Gli elaborati che hanno realizzato manifestano una grande voglia di ripartire con un legame diretto con l’ambiente e la natura. Quest’anno, a causa del Covid, non è stato possibile, ma dal prossimo anno ricominceremo con le uscite guidate lungo gli argini e gli alvei, in cui proprio i giovani saranno protagonisti».

Altre attività di conoscenza e sensibilizzazione dei cittadini residenti a Seravezza e Stazzema sono previste a partire dalla fine di luglio, promosse da alcuni partner dei “Contratti di Fiume” del Serra e del Vezza e rivolte non solo ai giovanissimi. È il caso delle visite guidate che l’associazione locale APU Sport Ambiente Emozioni realizzerà lungo gli argini dei corsi d’acqua per tutti i residenti che vorranno partecipare e delle iniziative di citizen science che ERSE Ecological Research and Services for the Environment proporrà ai cittadini dai 14 anni in su, coinvolgendoli in piccole attività di ricerca scientifica sui fiumi Serra e Vezza. Le visite guidate e le attività esperenziali saranno gratuite per i partecipanti grazie al finanziamento della Regione Toscana nell’ambito del progetto “Le Comunità salvaguardano, valorizzandolo, il fascino dei loro Torrenti”. Le azioni sono coordinate da Comunità Interattive-Officina per la Partecipazione. Ai primi primi di luglio saranno comunicati i link e il contatto telefonico per le iscrizioni.

Share