“CONTRASSEGNI ROSA”: SI VA VERSO UN PASS UNICO PER I QUATTRO COMUNI DELLA VERSILIA STORICA

 

Comuni in cerca di un accordo sul “Contrassegno Rosa” comprensoriale, per consentire alle mamme e ai papà di parcheggiare liberamente in tutto il territorio della Versilia Storica. L’idea, su iniziativa dell’assessore alla polizia municipale Dino Vené e del consigliere delegato alle Pari Opportunità Vanessa Bertonelli, è stata discussa lunedì scorso in un incontro preliminare al quale hanno partecipato, oltre a Vené, gli assessori Alessio Felici per il Comune di Forte dei Marmi e Andrea Cosci per quello di Pietrasanta. Assente perché impegnato fuori zona, ma informato e favorevole a discutere i dettagli dell’accordo, l’assessore del Comune di Stazzema Egidio Pelagatti. Obiettivo del provvedimento: rispondere alle esigenze delle donne in stato di gravidanza e delle coppie con bambini piccoli che si spostano frequentemente in auto da una zona all’altra della Versilia e che spesso hanno serie difficoltà nel trovare parcheggi liberi.

Attualmente ogni Comune disciplina in maniera autonoma i cosiddetti “parcheggi rosa”. Seravezza ha varato nel 2011 una disposizione che prevede il rilascio di un apposito tagliando per consentire alle donne in gravidanza (a partire dal quarto mese) e ai genitori di bambini fino a un anno di età di parcheggiare senza limitazioni nelle aree con sosta regolamentata a tempo. Ma la facilitazione è riservata ai residenti e il relativo contrassegno è valido solo all’interno dei confini comunali. Pietrasanta e Forte dei Marmi, invece, riconoscono da qualche tempo sui propri territori i contrassegni rilasciati dai rispettivi comandi di Polizia Municipale. L’intenzione è di estendere questo meccanismo di reciprocità ai quattro Comuni della Versilia Storica. «È una richiesta che ci arriva anche dai cittadini interessati, ovvero dalle future mamme e dalle coppie con bimbi piccoli che spesso si trovano a disagio nello spostarsi da una località all’altra», spiegano gli amministratori. «Stiamo lavorando alla messa a punto del provvedimento da portare presto all’approvazione dei quattro Comuni interessati»

.unnamed (11)

Share