Continuano gli interventi del Consorzio sul Fosso delle Sponde a Chiozza, comune di Castiglione di Garfagnana: cantiere da 185 mila euro per il pieno recupero della stabilità del versante per la messa in sicurezza della viabilitàPSR-Fosso-delle-Sponde-Ghiozza


Continua l’impegno del Consorzio di Bonifica 1 Toscana Nord, nel ripristino della sicurezza idraulica del Fosso delle Sponde a Chiozza, una frazione del comune di Castiglione di Garfagnana.

Un cantiere aperto grazie ai finanziamenti dell’Unione Europea, ricercati ed ottenuti dal Consorzio sulla linea di stanziamento del Piano di sviluppo rurale.

          I lavori di messa in sicurezza del fosso hanno richiesto un investimento di oltre 185mila euro, necessari per il rifacimento dell’alveo attraverso cementificazioni con massi ciclopici: questo al fine di recuperare a pieno la stabilità del versante per la messa in sicurezza del fosso e della viabilità di collegamento a varie località ed al paese, la cui tenuta è stata minacciata dagli eventi alluvionali degli ultimi anni.

“Attraverso le risorse dell’Unione Europea siamo riusciti a realizzare azioni importanti ed efficaci per la messa in sicurezza del territorio e dei cittadini – sottolinea il presidente del Consorzio, Ismaele Ridolfi – azioni, che hanno comportato anche una opportunità di lavoro per i professionisti e le aziende del territorio chiamati a intervenire”.

“Un intervento necessario e fortemente voluto dagli abitanti della zona che hanno ripetutamente segnalato il disagio – aggiunge il sindaco Castiglione di Garfagnana Daniele Gaspari – Si tratta infatti di un fosso da sempre problematico poiché a causa dei ripetuti eventi alluvionali è stata compromessa la stabilità del versante e la sicurezza stradale per la quale i cittadini sono spesso stati a rischio isolamento. Finalmente siamo alla soluzione definitiva di questo disagio, grazie al gioco di squadra tra tutte le istituzioni interessate al territorio”.

Share