CONTENZIOSI I CARE PER GLI ACCERTAMENTI ILLEGITTIMI: LA COMMISSIONE TRIBUTARIA DI LUCCA CONDANNA LA SOCIETA’ PARTECIPATA AL PAGAMENTO DELLE SPESE LEGALI.

Purtroppo, come aveva previsto il sottoscritto e ben diversamente dalle avventate dichiarazioni rilasciate dal Sindaco Del Ghingaro e dall’Assessore Servetti nel corso del dibattito dell’ultimo Consiglio Comunale quando misi in rilievo la questione, per I Care (e purtroppo per noi tutti) giungono cattive notizie dalla Commissione Tributaria di Lucca.
Infatti, malgrado la società, per porre rimedio ai ben noti pasticci combinati con gli accertamenti illegittimi notificati ai cittadini ed alle imprese, abbia dato luogo ad atti di annullamento massivo di quanto erroneamente richiesto ai contribuenti, è notizia di queste ore che l’organo giudicante tributario stia emanando sentenze che, pur accertando la cessazione della materia del contendere a seguito della “battuta in ritirata” di I Care, condannano ugualmente la società al pagamento delle spese legali in favore degli avvocati che hanno  presentato i ricorsi.
Questa mattina sono giunte le prime sentenze in riferimento ai procedimenti definiti all’udienza dell’11 ottobre ed il dispositivo è chiaro nel confermare che “la Commissione dichiara cessata la materia del contendere e condanna I Care srl al pagamento delle spese di giudizio”.
Un bel guaio che costerà non poco alla Comunità e di cui chiederò conto preciso perchè i ricorsi avverso gli annullamenti operati da I Care, solo per il 2017, sono stati numerosissimi ed anche in questo 2018 i contribuenti continuano a ricevere atti che sono contestati perchè ritenuti illegittimi per motivi sia di rito che di merito.
Anzi, negli ambiti dei diversi professionisti incaricati dei ricorsi, circola voce che taluni avanzerebbero dubbi anche in ordine alle formalità riguardanti il potere di firma del Funzionario Responsabile e che vi sia chi intende sollevare una tale eccezione avanti la Commissione Tributaria che, laddove fosse accolta, porrebbe nel nulla tutti gli accertamenti notificati.
Insomma, al contrario di come ha ridicolmente dichiarato il Sindaco in Consiglio Comunale, la fila quotidiana davanti agli uffici di I Care di gente inviperita ed arrabbiata è frutto del caos totale in cui versa la società nel gestire i tributi e degli errori continui che sta commettendo a danno di cittadini ed imprese e non rappresenta certo un positivo e rinnovato rapporto fisiologico con la comunità.
Il che è ancor più grave perchè si determina un danno anche per le casse comunali di un ente che, lo ricordo, è ancora in stato di dissesto e che solo pochi giorni fa ha visto giungere in Consiglio Comunale numerosi debiti fuori bilancio proprio per spese legali di varie cause perse.

Avv. Massimiliano Baldini
Capogruppo
Movimento dei Cittadini per
Viareggio e Torre del Lago Puccini

Share