CONFERENZA – TALK SHOW DI PRESENTAZIONE DEL FILM “L’UOMO SAMARGANTICO”, SABATO 8 AGOSTO ALLE 18.30 A PALAZZO DUCALE DI MASSA.
“Chi è l’Uomo Samargantico? Cosa vuole da noi?” A queste ed altre domande risponderanno attori e regista del film comico più surreale girato in Toscana. Sabato 8 agosto – alle 18,30 – nel Palazzo Ducale di Massa, sarà la giornalista Daniela Marzano a condurre un talk show che si preannuncia spumeggiante, con la presenza di molti attori che fanno parte del cast e del regista Luca Martinelli. Il protagonista e sceneggiatore Fulvio Fuina, noto cabarettista già visto in Rai e Mediaset, aprirà le danze con Jennifer (la protagonista femminile) che è Clara Mallegni, artista – molto famosa come scultrice – che debutta nel cinema e lo fa con grande entusiasmo.
“Vogliamo vedere la gente che ride, insomma che il pubblico si diverta come ci siamo divertiti noi a fare questo film”, dice il regista Luca Martinelli.
“Si ci siamo divertiti”, confermano alcuni degli attori del film che saranno presenti al talk show: Raffaele Totaro (il Ministro Ovitac), Caterina Ferri (la Giornalista Martini), Manuela Falorni – nota come “La Venere Bianca” – che fa un bel cameo nel film, e inoltre Gianni Conti (il Dottor Fava), Max Baroni (il poeta clochard), Francesca Rosi (l’Appparizione), il piccolo Pietro Bugliani (il bambino allievo Samargantico), Achille Pardini (l’uomo col giornale), Massimo Montaldi (chitarrista) e Alessandra Franchi (fotoreporter).
Questi i protagonisti della conferenza (non sono escluse altre sorprese) che prenderà vita nel Palazzo della Provincia di Massa Carrara, dove il film è stato anche in parte girato: dentro il bellissimo palazzo sono state realizzate le scene del ministro, con l’avvenente segretaria (Valentina Sorice, che non potrà essere al talk show, ma la vedremo nei prossimi eventi del film).
“Questi eventi servono a fare conoscere il film” – dice Clara Mallegni anche in veste di direttore di produzione – “e non sono classiche conferenze stampa, perché presentiamo un lavoro che è fatto sui comici, per cui anche le presentazioni sono molto leggere. Ci divertiamo anche a presentarlo e vogliamo divertire”.
Tanta leggerezza quindi (ce n’è bisogno) ma per arrivare a questo un duro e lungo lavoro, durato più di un anno.
La sceneggiatura è stata scritta da Martinelli e Fuina in un centro commerciale.
“Si, ci andavamo perché oltre ai tavoli c’era l’aria condizionata” – dice il comico Fulvio Fuina – “per questo ci siamo trovati bene. Non facciamo nomi, ma torneremo presto al Carrefour a scriverne un altro”.
L’Uomo Samargantico è un film surreale, raccontato in modi diversi: dal cartone animato alle scene con effetti.
“Si, i cartoni animati sono la vecchia passione” – dice il regista Martinelli – “e da piccolo ho cominciato proprio da quelli. Da grande poi ho fatto tante sigle tv- Comunque inserirne un po’ nel film è stata una bella sfida”.
E il film è pieno di sfide ed illustri citazioni del cinema da “Il grande Lebowsky” dei fratelli Coen ad “Animal House” di John Landis. E poi il Gesto Samargantico, una cosa davvero profonda … “Dove vogliamo arrivare? A far ridere un po’ il pubblico, ce n’è bisogno. Per questo ho fatto una cosa che ha al centro i comici, spesso protagonisti in tv o nei teatri … e ora anche al cinema”.
Il film uscirà a ottobre (si spera che non ci siano problemi e che le sale riaprano), e al momento il musicista Hunterwolf (Francesco Claudio Marai), nel suo studio di Parma, sta ultimando il missaggio dell’audio.
L’Uomo Samargantico potreste essere anche voi. Venite a conoscerlo.

Share