Emergenza Covid: pasti caldi gratuiti per le famiglie in difficoltà e buoni spesa per altri 87 mila euro

Somministrazione di pasti caldi gratuiti e buoni spesa per altri 87 mila euro. L’assessorato al sociale del Comune di Seravezza rafforza le misure di sostegno alle famiglie in momentanea difficoltà a causa della crisi innescata dalla pandemia. «Il Covid ha spezzato gli equilibri più fragili e fatto emergere nuovi bisogni da parte dei cittadini», spiega l’assessore Orietta Guidugli. «La situazione impegna moltissimo il settore, che cerca di dare risposte ad esigenze sempre nuove e impellenti misurandosi però con i propri organici e con le risorse a disposizione. L’Amministrazione sta concentrando sul sociale molte delle proprie energie. A metà dicembre abbiamo rifinanziato il capitolo dei buoni spesa con ulteriori 87 mila euro, portando a 174 mila euro la somma complessivamente impegnata in questa forma di sostegno nel corso del 2020, grazie anche ai trasferimenti statali. Il rilascio dei buoni – 900 quelli fatti ristampare in questi giorni – proseguirà almeno fino a al 30 giugno».

Le modalità per richiedere i buoni sono cambiate. Occorre iniziare adesso da un colloquio telefonico preliminare con le assistenti sociali. Recapiti, giorni e orari sono i seguenti: il martedì dalle 8:30 alle 13:30, telefono 0584 769591, assistente sociale Emanuela Lucchesi; il mercoledì dalle 8:30 alle 13:30, telefono 0584 757705, assistente sociale Irene Benevento. Se la misura di sostegno verrà attivata i buoni potranno essere ritirati in Municipio (uffici del settore servizi sociali, secondo piano, stanza del dott. Vincenzo Gasperetti) il martedì dalle 8:30 alle 13:30 e dalle 14:30 alle 16:30 oppure il giovedì dalle 8:30 alle 13:30 e dalle 14:30 alle 16:30. In quella sede verrà richiesto all’utente di sottoscrivere un modulo per confermare le dichiarazioni rilasciate per telefono.

C’è poi la novità dei pasti caldi. «Partiamo in via sperimentale venerdì 29 gennaio in collaborazione con la Misericordia e la Pro Loco di Seravezza», aggiunge l’assessore Guidugli. «Il Comune sostiene le spese vive per l’acquisto degli alimenti e per l’organizzazione del servizio; le associazioni preparano e distribuiscono i pasti. Si inizia con 25 pasti settimanali, consegnati ogni venerdì nella piazzetta della chiesina della Misericordia, in via Buonarroti. I cittadini impossibilitati a ritirarli direttamente potranno chiedere di riceverli a casa. Saranno gli stessi volontari a consegnarli. La prenotazione dei pasti potrà essere fatta entro il mercoledì antecedente la distribuzione telefonando al numero 0584 757325 della Pro Loco di Seravezza, attivo dal lunedì al sabato ore 9:00-17:30».

Share