Ecco il comunicato a firma di Sergio Tortelli SPI-CGIL:

COMUNE DI PIAZZA AL SERCHIO  DELIBERA DI  DIMINUIRE  IL PERSONALE

Come avevamo previsto, l’ingenuità e l’inesperienza, della giovane lista Carrari, vincitrice delle amministrative del Comune di Piazza al Serchio, a poco più di due mesi dal suo insediamento, incomincia a partorire i primi nefasti risultati.

Ci riferiamo alle decisioni assunte con delibera di giunta N° 37 del 28/07/2016, avente per oggetto la rideterminazione della pianta organica del comune.

L’atto che nel frattempo è divenuto esecutivo, prevede la riduzione del personale da 11 a 7 unità. Sopprimendo 4 posti di lavoro vacanti, compreso il responsabile dell’ufficio tecnico. Figura di vitale importanza per comuni come quello di Piazza al Serchio, che fra l’altro si propone quale comune pilota in un prossimo accorpamento di enti locali della stessa tipologia in Alta Garfagnana.

Un enorme danno per la struttura comunale e la fine della speranza di ricoprire quei 4 posti vacanti in un prossimo futuro, in virtù di una prevista ripresa economica nazionale e del nostro territorio.

Invece di attivarsi per creare condizioni occupazionali, per i giovani disoccupati, si è adottato con urgenza un atto deliberativo che sopprime quelli previsti, fra l’altro indispensabili per un migliore funzionamento dei servizi.

A questo punto viene spontaneo chiedersi, anche come cittadini, in base a quali criteri

si è adottato l’atto, quali ritorni in termini economici e quali vantaggi in termini di servizi, ne ha tratto vantaggi la comunità?

E’ singolare inoltre, che il tutto sia passato nel più penoso silenzio, sia da parte della minoranza, sia da parte del partito che a suo tempo patrocinò uffucialmente la lista Carrari.

Concludiamo, invitando il Sindaco Dott. Carrari ad annullare l’atto e magari riproporlo dopo una attenta riflessione e un democratico confronto con le OO:SS di categoria.

 

 

Il Segretario dell SPI-CGIL

                                                                                            Alta Garfagnana

                                                                                             (Sergio Tortelli)

 

Share