Comune di Pescia  e ospedale Ss.Cosma e Damiano assicurano posti auto per dializzati, malati oncologici e donatori di sangue
 
In attesa che si sblocchi la situazione dei parcheggi a pagamento dell’ospedale, il comune di Pescia e l’ospedale Ss.Cosma e Damiano hanno raggiunto un’intesa, attraverso un protocollo, per assicurare posti auto ai malati dializzati e oncologici, insieme ai donatori del sangue.
L’importante novità è stata presentata dal sindaco di Pescia Oreste Giurlani e dal direttore del nosocomio pesciatino Sara Melani durante una conferenza stampa.
Vista la cronica mancanza di posti per queste categorie di persone che sono frequentemente in ospedale, non arrivando alcuna risposta in tal senso dalla Pe.Par nonostante le varie richieste formulate negli anni e gli obblighi di legge, i due enti si sono mobilitati per reperire parcheggi a loro disposizione, in due direzioni.
Infatti, mentre si è provveduto a permettere la sosta gratuita anche negli stalli blu a queste persone, che saranno dotate dalla direzione ospedaliera di apposito talloncino di riconoscimento sulla base di quanto avviene per gli invalidi, si sta cercando un’area di sosta , nella zona di via Nieri dove c’è oggi il parcheggio dei camper o in altre zone limitrofe, per assicurare ai malati e ai donatori la possibilità di arrivare con più facilità ai vari reparti. Uno spazio a disposizione per i medici di pronta reperibilità sarà invece assicurato di fronte all’entrata della struttura ospedaliera.
“Ringraziamo il comune e il sindaco per la non scontata sensibilità verso  questo problema che penalizza ingiustamente intere categorie di persone che non vengono certo per piacere all’ospedale- ha dichiarato Sara Melani-, nonostante ci sia un obbligo, legale e morale, per dare loro una porzione dei parcheggi esistenti. Crediamo sia la strada giusta per dare a queste persone la necessaria considerazione”
Da parte sua il sindaco di Pescia Oreste Giurlani ha tratteggiato questo percorso di aumento della accessibilità all’ospedale “ Riteniamo sia davvero determinante per la città avere una disponibilità diversi di alcuni posti auto,
aspettando l’imminente sentenza del Tar che stabilirà se l’annullamento degli atti in autotutela sia stata legittima e quindi sancire il ritorno alla disponibilità comunale dei 700 posti auto. Grazie alla NiVi per la disponibilità sugli spazi blu, ma c’è ancora molto da fare sul resto. Abbiamo anche aumentato gli spazi in via Battisti per gli invalidi, perché è importante che il comune si attivi per queste persone. Per ricavare nuovi parcheggi riservati dobbiamo operare a fondo, visto le indicazioni del codice della strada che sono molto restrittive”.

Share