Commemorazione spontanea a Seravezza per le vittime della rappresaglia tedesca

Stamattina, alle ore 11.00, un sostanzioso gruppo di cittadini di Seravezza e dei comuni limitrofi si sono ritrovati presso il Ponte del Pretale (meglio conosciuto come Ponte di Ferro), per commemorare il 74° anniversario della rappresaglia tedesca contro alcuni inermi civili rastrellati in Seravezza, di cui due impiccati ai pali della linea elettrica, e lì lasciati penzolare con il cartello al collo “BANDITI” come monito a non ritentare azioni contro le forze tedesche.-

Così furono osservati da tutti coloro che erano sfollati sulle nostre montagne e che, per ritornare a casa dopo che i tedeschi abbandonarono la zona per spostarsi verso la provincia di Parma, passarono dalla via provinciale attraversando Corvaia.-

Altri due, torturati per ore, furono costretti a scavarsi la fossa ai piedi degli impiccati e furono fucilati.-

Pochi giorni dopo, il 16 agosto 1944, altre 7 persone, rastrellate in diverse zone del Litorale Toscano dalla fine di giugno, furono condotti a Villa Henraux, fucilate e sepolte sul posto.-

UNDICI vittime della guerra, che per il numero forse ritenuto esiguo, pare che non meritino alcuna attenzione da parte delle Autorità, come avviene per quelle di Sant’Anna.-

Durante la commemorazione spontanea gli intervenuti, hanno deposto un omaggio floreale.

 

 

Share