Comitato Acqua alla Gola sulle vasche di raccolta liquami

Questa è la vasca per i liquami della zona di Casania, in provincia di Massa, mentre Redicesi e Guadine,  non avendo fognature sversano direttamente nel fiume . Purtroppo nel 2018 abbiamo una vasca di raccolta liquami che scarica nel fiume quando raggiunge il colmo, oppure, se per caso qualcosa non funziona, il liquame finisce per strada come è successo la settimana scorsa. GAIA,  che mette in bolletta cifre altissime per lo smaltimento dei liquami, consente che esso avvenga attraverso lo sversamento nei fiumi e guarda caso, se di caso si può parlare, dove si affaccia il tubo di Redicesi ci fu anche una grossa frana . Se consideriamo che il gestore sta valutando l´acquisto, per la cifra di € 2.900.000 di una ex colonia ( Laveno di Pietrasanta), come fanno, poi, a dire che non hanno soldi per garantire una depurazione adeguata? Nelle vicinanze del Lavello non si può più vivere dai miasmi, talvolta così forti che alcune persone si sono persino sentite male. Vasche di raccolta che perdono e ai cittadini che chiamano per far presente il disagio, vengono date spiegazioni al di fuori di ogni senso logico . Chiediamo che i 2.900.000 € vengano usati, prima di tutto,  per adeguare la rete fognaria della zona delle Guadine, Altrimenti è inutile parlare di inquinamento e dare consigli su come preservare la natura , se poi Arpat chiude la balneazione estiva e nessuno interviene per evitare questo. GAIA si sta dimostrando sempre più incapace nella gestione delle risorse idriche e i comuni di maggioranza dovrebbero decidersi ad intervenire . Acqua alla Gola con tutti i cittadini è stanca di aspettare decisioni che tardano ad arrivare nonostante le amministrazioni cambino e le promesse si sprechino . Presto inviteremo la cittadinanza ad una nuova mobilitazione.

Acqua alla Gola

Inviato da Alfonso Baldi

Share