CNA LUCCA ORGANIZZA UN CONVEGNO SULL’ESTETICA ONCOLOGICA

Immagine

“Un appuntamento a livello nazionale di cui siamo fortemente orgogliosi”. Così il presidente della CNA

provinciale Andrea Giannecchini ha presentato alla stampa il convegno che si terrà domenica prossima in

San Micheletto dedicato all’estetica oncologica. “Un convegno che la CNA ha fortemente voluto,

appoggiando da subito la responsabile del settore benessere ed estetica, Renza Giannini, nel mettere

insieme medici, estetiste e tutti i professionisti che lavorano per aiutare le persone nel momento più

delicato della loro vita, quello della malattia”.

Gli obiettivi della Cna sono molteplici: dare maggiore professionalità al settore dell’estetica, sensibilizzare

sulla necessità di lavorare in modo congiunto su corpo e mente durante la malattia ma, soprattutto, riuscire

a creare anche a Lucca, all’ospedale San Luca, un team di professionisti che collabora a 360 gradi per dare

risposte di “salute e benessere” ai malati.

“Si tratta di un’estetica sociale che vede gli operatori del settore spendere la propria professionalità in

modo assolutamente gratuito e volontario – ha spiegato Renza Giannini (pres. Provinciale Lucca Estetiste

CNA) – allo scopo, anche, di migliorare la professionalità delle estetiste, indirizzandole verso quello che sarà

il futuro della categoria: portare al benessere curando l’anima delle persone”.

“Per la CNA impresa donna – ha detto Antonella Gabbriellini (pres.regionale Toscana CNA Impresa Donna) –

questo sono occasioni da non perdere, perché riescono a migliorare il welfare, la professionalità e i servizi

resi dalle nostre artigiane. Questo soprattutto nell’ottica che ad operare in questo settore sono

principalmente donne”.

Quando l’estetista cura la bellezza e l’anima anche nella malattia

Sensibilità e professionalità sono i due concetti alla base di uno dei primi convegni organizzati in Italia

sull’estetica oncologica. Sensibilità perché l’estetista si trova a curare la bellezza e l’anima della persona in

uno dei momenti più delicati, nella malattia. Professionalità perché l’estetica oncologica aiuta sì a

ricostruire la stima di sé, ma per farlo deve utilizzare operatori specializzati, competenti in materia,

continuamente aggiornati. Entrambi gli argomenti verranno affrontati durante il convegno che la CNA

provinciale ha organizzato per domenica 8 maggio nell’auditorium di San Micheletto a Lucca dalle ore 9.15

Una giornata intera, densa di appuntamenti, che vedrà a Lucca alcuni fra i principali professionisti del

settore, nei diversi campi che possono trovarsi ad interagire nel momento della malattia.

A seguire i saluti delle autorità e ad introdurre i lavori saranno Antonella Gabriellini (pres.regionale Toscana

CNA Impresa Donna), Olivia Ruggi (pres. provinciale Lucca CNA Impresa Donna), Renza Giannini (pres.

Provinciale Lucca Estetiste CNA).

Ad aprire il convegno, con una relazione sull’estetica oncologica ed il suo valore professionale, sarà Angela

Noviello, direttore Italia e coordinatore europeo OTI Oncology Training International-Oncology Esthetics.

“Parlare di estetica oncologica – spiega la Noviello – significa sapere di poter regalare un po’ di benessere e

di normalità in un momento della vita in cui tutto è fuori dal normale. La maggior parte delle terapie lascia

segni sul corpo che sono un rimando continuo alla condizione di malato e che impattano negativamente

sulla vita sociale dei pazienti e sulla percezione che hanno di sé, quindi anche sul l’approccio alla malattia e

alle cure. Per una donna, in particolare, quando bellezza e femminilità vengono intaccate viene meno la

propria identità, e insieme a dolore fisico e mentale subentrano insicurezza, imbarazzo e disagio per una

immagine nella quale non ci si riconosce più”.

Durante la giornata seguiranno gli interventi di: dr. Emilio Betti (Perché l’estetica oncologica e il team

specializzato), prof. Mario Di Fiorino (Belli fuori per guarire dentro), dr. Duilio Francesconi (Il tumore al seno

ed i nuovi interventi conservativi. La diagnosi precoce), Dr.ssa Amalia Pieve (Il ruolo delle terapie

complementari come valido ausilio nel percorso della guarigione), Franca de Luca (La dermopigmentazione

per correggere le cicatrici alla mammella operata e non solo), Renza Giannini (L’anima parla attraverso

l’inestetismo, emozioni, liquidi organici, il massaggio metamerico rifesso), Sara Rossi ed Elisabetta Gonnella

(Cosmesi naturale, potenzialità ed utilizzo), Piero Alberti (L’emozione e la mimica facciale) e Andrea

Bologna (Floriterapia, fitoterapia e ossigeno, alleati per la bellezza del corpo e della mente. Nuovi strumenti

di prevenzione e antiaging).

Il convegno è aperto a tutti gli interessati, ma è necessario registrarsi sul sito

http://esteticasociale.eventbrite.it/. Maggiori informazioni sulla pagina Facebook dedicata all’evento

(https://www.facebook.com/events/217576328610525/) e sul sito www.cnalucca.it.

Share