Cibi e Natura

SEI MAGRA PATITA ??? AREGGI L’ANIMA CO ‘DDENTI ??? LA ZUPPA DI PATATE

SEI MAGRA PATITA ??? AREGGI L’ANIMA CO ‘DDENTI ???  LA ZUPPA DI PATATE questa è la ricetta che fà per te, due pentole la settimana prima dei pasti. ZUPPA DI PATATE 800 grammi di patate, 100 grammi di burro, 3 porri, 2 rossi d’uovo, 1 litro di latte, prezzemolo, crostini di pane, sale e pepe – Pulite e lavate le verdure, tagliate a fettine i porri e sbucciate e tagliate

Share

LE CHIACCHIERE

LE CHIACCHIERE Le chiacchiere sono i tipici dolci del Carnevale solitamente vengono fritti e cosparsi di zucchero al velo. I nomi variano a seconda delle regioni di provenienza: chiacchiere e lattughe in Lombardia, cenci e donzelle in Toscana, frappe e sfrappole in Emilia, cròstoli in Trentino, galani e gale in Veneto, bugie in Piemonte , ma “Chiacchiere”, però, sembra essere quello più usato, dal momento che viene adoperato nel Milanese,

Share

i POLPI MARINATI

 i POLPI MARINATI   mettete i polpi a cuocere puliti della vescica dell’inchiostro e degli occhi (i pescatori li battono sugli scogli, voi potete farlo col mattarello facendoli sfibrare e diventare più morbidi) lavateli e metteteli in pentola in acqua fredda salata aglio e alloro e bolliteli due ore coperti. Lasciateli intiepidire nella loro acqua poi fateli a pezzettini, conditeli con olio, sale, pepe, succo di limone, origano fresco, prezzemolo

Share

RAVIOLI CASTAGNE E FUNGHI

RAVIOLI CASTAGNE E FUNGHI ricetta tipica di Casoli in Val di Lima (Bagni di Lucca) – 100 g di farina di castagne, 150 g di farina bianca, 150 g di funghi, 1 pezzetto di scalogno, 2 uova, 6 cucchiai di olio extravergine d’oliva, sale, pepe – Setacciate insieme le due farine, disponetele a fontana in una capace ciotola, sgusciate al centro le uova, unite un pizzico di sale e amalgamate,

Share

ZUPPA CONTADINA DI MI MA’

ZUPPA CONTADINA DI MI MA’ tagliare a dadi cipolla, zucchini, carote, sedano, prezzemolo, basilico, patate e le verdure di stagione nell’orto come un pezzo di finocchio, una fetta di zucca, un carciofo, piselli, un asparago, un pomodoro a pezzi, bietola. Preparate un soffritto con una fetta di lardo tritata finemente, sedano, carota e cipolla, aggiungete le verdure tagliate e rosolatele bene, poi aggiungere la brascetta (cavolo nero) privato della parte

Share

Ricovero per meningite in rianimazione a Careggi

Ricovero per meningite in rianimazione a Careggi Una ragazza di 25 anni è stata ricoverata, ieri sera, in rianimazione, presso l´Ospedale di Careggi, per una meningite. Si riaccende l´incubo in Toscana. La ragazza, residente a Signa, da quanto si apprende dalle fonti sanitarie, si troverebbe in gravissime condizioni di salute. Si tratta del primo caso del 2019 e non è certo che si possa parlare del riacutizzarsi dell´emergenza che si

Share

LUCCA – CORSO PIZZAIOLO (30 ore) in partenza!

 LUCCA – CORSO PIZZAIOLO (30 ore) in partenza! Dal 25 Gennaio ore 14:30 presso i laboratori di Scatena Inox Srl a Guamo, inizierà il nuovo corso per aspiranti Pizzaioli patrocinato dalla SIP- Scuola Italiana Pizzaioli! Iscriviti subito chiamando i nostri uffici al tel. 0583-473131 oppure 0583-473126! NON ASPETTARE! #pizzaiolo #formazione #sogeseter #confcommercioluccaemassacarrara #pizza #sip

Share

Festa di chiusura del progetto Circularifood” che ha coinvolto i territori dei 5 comuni della piana

Festa di chiusura del progetto Circularifood” che ha coinvolto i territori dei 5 comuni della piana per discutere e confrontarsi sulle tematiche legate al CIBO, dallo spreco alimentare agli orti sociali, dagli stili di vita all’educazione scolastica e la filiera corta. Verra presentato il PIANO INTERCOMUNALE del CIBO con la sua programmazione strategica. Testimonial d’eccezione Maria Bottiglieri, Phd della città di Torino autrice e promotrice di FOOD POLICIES locali. Interverranno

Share

ZUPPA D’ERBI DI CAMPO ricetta tipica della garfagnana

ZUPPA D’ERBI DI CAMPO ricetta tipica della garfagnana negli oliveti e nei prati (ma anche dai migliori fruttivendoli a caro prezzo) si prendono le seguenti erbe di campo: bardana,nasturzio, crescione, dente di leone, valerianella, radicchio selvatico, salvestrella, basilico, nepitella, maggiorana, cerfoglio, santoreggia e altre erbe che si trovano al momento. si prepara un soffritto con olio extra vergine d’oliva, abbondante cipolla, assieme alle erbettine profumate sale e pepe, si aggiungono

Share

Le piante che non temono l’inverno: la Bergenia.

Le piante che non temono l’inverno: la Bergenia. La bergenia è stata una pianta molto di moda all’inizio del Novecento, quando non mancava mai come bordura bassa nelle aiuole in giardino, allietandolo di colore in un periodo in cui domina il grigio. Infatti è una specie indistruttibile che schiude le corolle nel cuore dell’inverno. In gennaio-aprile si sviluppano steli svettanti su cui sbocciano mazzetti di piccoli fiori campanulati, di colore

Share