Cibart 2019: chiusura in grande stile fra mostre, musica dal vivo, spettacoli e performance artistiche. Ultima serata per gustare le specialità dello street-food

Ultima serata quella di domani – domenica 28 luglio – per il festival Cibart, in corso da venerdì nel centro storico di Seravezza. La giornata conclusiva sarà ricchissima di spunti e momenti di attrazione. Si inizierà alle 19:00 con l’apertura delle esposizioni artistiche nelle vie e piazze del centro e a Palazzo Rossetti, con l’inizio dell’attività dei truck dello street-food e con l’avvio delle sessioni di body-art.

Alle 19:30 in piazza Carducci si presenterà il libro “Frammenti di arte francese in Versilia. I monumenti Henraux” a cura di Andrea Tenerini. Lo studio si concentra sui monumenti votivi conservati nel quattrocentesco Duomo di Seravezza, realizzati facendo largo uso di pregiatissimi marmi e brecce locali. Uno di questi, commissionato dagli Henraux, imprenditori che nell’Ottocento diedero nuovo impulso all’escavazione del marmo a Seravezza, è opera del grande architetto francese Charles Garnier, autore dell’Opéra di Parigi.

La serata proseguirà con eventi a getto continuo: alle 20:00 a Palazzo Rossetti un viaggio nelle “Armonie delle sfere”; alle 20:45 in piazza Carducci lo spettacolo di sand-art di Donatello Pentassuglia; alle 21:15 al ponte della passerella la performance di Momolab; alle 21:20 in piazza Carducci la performance teatrale “Icaro” di Walter Bandelloni; alle 21:45 in Duomo una performance di arte coreana; alle 22:00 in piazza Carducci lo spettacolo di ebru-art di Lara Androvandi. La kermesse si chiuderà alle 22:15 in piazza Carducci con “Floydian Night”, concerto di musica dal vivo per un tributo alla grandiosa band britannica dei Pink Floyd.

Anche domenica, a partire dalle 19:00, sarà attivo un comodo servizio di collegamento gratuito con navette fra il centro storico di Seravezza e il parcheggio del terminal ferroviario di Querceta.

Share