“Ci sono cieli e piante, e stagioni e ritorni, ritrovamenti e dolcezze,

 

ma questo è soltanto passato che la vita riplasma come giochi di nubi. La vigna è fatta anche di questo, un miele dell’anima, e qualcosa nel suo orizzonte apre plausibili vedute di nostalgia e speranza. Insoliti eventi vi possono accadere che la sola fantasia suscita, ma non l’evento che soggiace a tutti quanti e che tutti quanti abolisce: la scomparsa del tempo.” ( Cesare Pavese )

I paesaggi della memoria…quando uno scorcio, una veduta, ci riportano indietro nel tempo…

la campagna appena ieri

Share