CHIUSURA ASILO NIDO A PONTESTAZZEMESE

Stazzema_ Ormai non ci sorprende più niente di quello che accade nel Comune di Stazzema, ma adesso è veramente troppo! Il prossimo 31 luglio chiuderà anche l’asilo nido e per l’ennesima volta la notizia non è stata diffusa dall’amministrazione comunale ma è stata scoperta casualmente da una mamma. Nel giro di poco più di un mese dalle elezioni amministrative perdiamo a Stazzema il comando di Polizia Municipale, il medico del 118 ed ora anche l’ASILO NIDO. Questo servizio, nato con un grande sforzo ed impegno dell’Amministrazione Silicani, ed in particolare per volontà dell’allora assessore alla pubblica istruzione Paolo Conti, aveva segnato una svolta importante per i cittadini di Stazzema, dando finalmente un servizio a sostegno delle famiglie nella crescita dei loro bambini. Ora Verona, che si riempie la bocca di belle parole sulla tutela della montagna, sul presidio del territorio, sulla salvaguardia e crescita della scuola, fa morire anche questo servizio. “Abbiamo fatto di tutto per far capire ai cittadini di Stazzema che quello che diceva Verona in Campagna Elettorale erano solo menzogne finalizzate a strappare voti” commentano i consiglieri del gruppo di opposizione Stazzema Bene Comune ma, proseguono “non ci saremmo mai aspettati che nel giro di poco più di un mese si verificassero così tanti disastri”.

Da quando Verona e diventato Sindaco di Stazzema” proseguono “l’impoverimento del territorio è stato ogni anno sempre più marcato, partendo dalla chiusura di tante attività commerciali, alla perdita della filiale della banca Monte dei Paschi di Siena, fino ad una inesorabile riduzione della popolazione che mai aveva toccato un così basso livello, siamo infatti oggi al di sotto dei tremila abitanti.

Dalle notizie che abbiamo potuto raccogliere, sembra che la decisione di chiudere l’Asilo Nido fosse già stata assunta da Verona in fase di approvazione del bilancio di previsione 2019, quindi molto prima delle elezioni comunali, ma da quanto ci è stato riferito, avrebbe chiesto agli uffici di mantenere il più totale riserbo proprio in vista delle elezioni. Tutto questo a conferma ancora una volta dell’inaffidabilità di questa persona e del suo più totale menefreghismo nei confronti della cittadinanza.

Sappiamo bene che quando un servizio viene tolto è pressoché impossibile ripristinarlo in futuro, ci domandiamo quindi, come i nuovi componenti dell’amministrazione comunale, possano accettare una decisione così grave senza batter ciglio.

Noi non abbiamo assolutamente intenzione di arrenderci e presenteremo subito una interrogazione al Consiglio Comunale, assise nella quale ci saremmo aspettati di essere informati di questa sciagurata decisione, visto che ve ne sarebbe stata l’occasione proprio nell’ultima seduta dello scorso 2 luglio, quando il Sindaco, nella presentazione delle “Linee di Mandato” ha enunciato per oltre quaranta minuti tutti i faraonici progetti che porterà avanti nei prossimi anni e le decine di milioni di Euro che spenderà, senza però far minimamente accenno alla decisione di chiudere l’asilo nido. A quelle linee di mandato abbiamo espresso voto contrario consapevoli purtroppo della loro inattendibilità e sebbene ci rammarichi doverlo dire per i cittadini di Stazzema, i fatti ci stanno dando ragione. In quelle stesse linee di mandato il Sindaco ha parlato tanto di difesa e valorizzazione della scuola, vorremmo ricordargli per l’ennesima volta che per fare la scuola c’è bisogno prima di tutto di bambini e ragazzi che la frequentino e se continua con le sue politiche, forse a breve della scuola rimarranno solo muri. Ci auguriamo che da parte del nuovo assessore alla Pubblica Istruzione vi sia la stessa sensibilità e lungimiranza che mosse l’allora Assessore Paolo Conti e che convinca l’amministrazione comunale a rivedere questa pessima decisione.

 

Stazzema li 10 luglio 2019

Gruppo Consiliare

Stazzema Bene Comune”

Share