CHIESTE LE ELEZIONI PER IL RINNOVO DEL COMITATO DELL’ASBUC
Nessuna conciliazione con la società Henraux  puo’ essere stipulata senza il parere dell’ASBUC

Sono stati in centoventicinque i frazionisti della montagna seravezzina che il 26 aprile hanno manifestato la chiara volontà di ricostituire il Comitato amministrativo della Amministrazione dei Beni di Uso Civico ( ASBUC) della Montagna di Seravezza inviando, tramite la Comunità civica della Cappella, alla Regione Toscana, al Sindaco di Seravezza e, per conoscenza, al Prefetto Francesco Esposito una richiesta di indizione di elezioni per poter ricostituire, secondo i tempi previsti dalle normative, detto Comitato.
Si tratta di oltre il 10% dei cittadini che hanno diritto a votare per eleggere il suddetto Comitato  direttivo. facendo parte dell’Assemblea dell’ASBUC: ovvero  coloro che risiedono nelle frazioni di Riomagno, Azzano, Fabiano, Giustagnana, Minazzana, Basati, Cerreta Sant’Antonio e Ruosina nella sua parte amministrata da Seravezza.

L’ASBUC è rimasta priva della sua direzione fin dal 2018, anno nel quale si tennero elezioni che non diedero luogo alla formazione del gruppo di gestione ed è quindi necessario e urgente che l’Assemblea dei cittadini torni ad esprimersi democraticamente per avere di nuovo il suo organo amministrativo.
Entro i tempi necessari ad espletare tutte le pratiche di legge, la Regione Toscana,  nella figura del suo Presidente, Eugenio Giani, e in accordo con il Sindaco di Seravezza, indirà dette elezioni.

Desideriamo ricordare che tale organo elettivo è preposto all’amministrazione delle terre del demanio civico e a prendere, insieme all’Assemblea dei frazionisti, tutte le decisioni inerenti a tale amministrazione così come stabilito dalla legge n.1766 del 1927 e successivo regolamento e dalla legge n.168 del 20 novembre 2017
Si è parlato proprio in questi giorni di una possibile conciliazione riguardante il contenzioso sulla proprietà di diverse centinaia di ettari di territorio situati intorno al Monte Altissimo, attribuiti  ai frazionisti in proprietà collettiva dalla sentenza del Giudice degli Usi civici del 2020:  ma tale, eventuale, conciliazioni spetta, per legge, esclusivamente alla Amministrazione Separata dei Beni di Uso Civico.
Questo comporta che nessuna trattativa di conciliazione con la società Henraux, nel caso di manifesta volontà di ricostituzione del Comitato di amministrazione dell’A.S.B.U.C., puo’ essere stipulata senza il parere di detto Comitato.

Seravezza 26 aprile 2022

Share