Chiesa dei Santi Pietro e Paolo  a Pescaglia

 

 

 

Altre denominazioni
SS. Pietro e Paolo apostoli
Notizie Storiche

1013  (prima menzione intero bene)

In una antica pergamena dell’Archivio di Stato di Lucca, viene menzionata per la prima volta la chiesa. (1)
Descrizione
In una antica pergamena dell’Archivio di Stato di Lucca, la chiesa viene menzionata per la prima volta nel 1013.

 

Essa è presente nell’estimo delle chiese lucchesi del 1260. Dalla sua prima fondazione è stata ristrutturata più volte, come viene descritto dalla visita pastorale del 1467 e dalle visite successive che ci informano degli ampliamenti relativi al XVI sec. e al XVII sec.

 

La pianta è suddivisa in tre navate da colonne monolitiche di pietra arenaria, con capitelli in stile corinzio su cui si impostano archi a tutto sesto. Il soffitto a vista, rifatto nel 2011 è ordito con capriate lignee, arcarecci e travicelli; il presbiterio è coperto a vela e sulle porte laterali dello stesso si trovano due bassorilievi in pietra serena datati rispettivamente 1587 e 1775.

 

Particolari da segnalare sono la volta affrescata databile all’inizio del XX secolo e il capitello protoromanico posto a sostegno della mensa dell’altare della celebrazione. Anche i portali esterni in pietra, realizzati durante la ristrutturazione e l’ampliamento nel XVII sec., sono di buona qualità.

 

 

 

 

 

La facciata, a salienti, è molto essenziale e il campanile, addossato alla navata centrale, conferma che l’impianto originale della chiesa era ad aula unica. Nella parte centrale del fronte una recente, singolare decorazione, allude al motivo romanico dell’archetto pensile.

Share