Chiesa dei Santi Paolino e Barbara   a Valbona, Castiglione di Garfagnana

 

 

Altre denominazioni
Chiesa dei Santi Paolino vescovo e Santa Barbara
Notizie Storiche

1788  (notizie storiche intero bene)

Una lapide sul sagrato porta la data del 1788, probabilmente anno di edificazione dela chiesa.
Descrizione
La chiesa, con pianta ad aula unica è stata costruita nella seconda metà del XVIII secolo su un sagrato di piccole dimensioni che costituisce lo sbocco finale alla strada del paese; sulla sinistra, in posizione arretrata ed isolato rispetto all’edificio religioso, si trova il campanile in pietra a sezione quadrata e con la base leggermente scarpata. La facciata è intonacata e non presenta elementi decorativi di rilievo.

 

La porta d’ingresso è rifinita con una cornice in pietra serena e da un cornicione sopra il quale si trova una nicchia rettangolare attualmente vuota. La gronda è piuttosto sporgente rispetto alla linea della facciata. A destra del portale una lapide marmorea ricorda i caduti della prima guerra mondiale mentre un’altra, sul sagrato, porta la data del 1788, riferita all’anno di completamento della chiesa. All’interno l’aula, che a partire dall’inizio del XX secolo è stata ristrutturata, come testimoniano le pavimentazioni in piastrelle di cemento esagonali bianche e nere e, soprattutto, la perdita di identità settecentesca dei risalti architettonici che la scandivano, risulta oggi molto impoverita.

 

 

 

Poco oltre l’ingresso due colonne in cemento e mattoni sostengono la cantoria. Un cornicione continuo attraversa tutta la chiesa e su di esso si innestano i quattro archi che dividono la navata in quattro parti con volte a botte lunettate.

 

 

 

 

 

 

Tutti gli archi sono incatenati, finestre a lunetta illuminano la navata. L’abside ha il catino decorato con motivi geometrici in colore azzurro spento ed oro mentre le pareti sono ritmate da lesene tinteggiate in una tonalità chiara e si innestano direttamente nel cornicione creando archi ciechi. Il presbiterio è rialzato da due gradini, l’altare della celebrazione è in marmo. Nell’abisde si trova il coro ligneo che ha un andamento semicircolare e due nicchie con all’interno le sculture che rappresentano due Santi. Attualmente la chiesa è chiusa al culto a seguito dell’evento sismico del 2013

Share