Chi a comprare cannabis light, chi a pranzo dai parenti. Domenica di controlli e multe

LUCCA – Durante i controlli effettuati domenica dalla Polizia, che hanno portato gli operatori ad elevare diverse sanzioni amministrativa emergono anche situazioni paradossali

–  FONTENOITV

Nel pomeriggio un uomo di 43 anni, italiano, ha dichiarato nell’autocertificazione di “essere uscito per andare a comprare la cannabis light perché disinfetta i polmoni”. Per lui  la sanzione è stata maggiorata in quanto era a bordo di auto. Gli agenti infatti, non hanno ritenuto la giustificazione un valido motivo di salute.
Sempre nel pomeriggio, la volante è intervenuta per una lite fra condomini. Gli inquilini del piano di sotto hanno sbattuto le scope contro il soffitto per protestare contro i rumori provenienti dal piano di sopra. Uno degli inquilini dell’appartamento soprastante è sceso giù per chiedere conto e ragione del comportamento, e ne è nato un alterco che si è risolto solo con l’arrivo della volante. Durante le fasi di identificazione, però, è emerso che l’uomo che era sceso giù per “chiarire” con i vicini, non abitava lì, ma si era recato a casa dei propri parenti per il pranzo domenicale. Quindi è stato multato.
Nella notte, infine, la volante ha fermato una macchina con 3 cittadini marocchini a bordo, sui 30 anni, 2 residenti a Lucca e uno a Capannori, che hanno dichiarato di essere in giro per comprare le sigarette. Il che non rappresentava un valido motivo di necessità, soprattutto andando in giro insieme di notte. Per tutti e tre sanzione maggiorata perché a bordo di auto.

 

Share