Cedimento del muro a San Pietro a Vico, al via intervento urgente del Consorzio per un investimento di 60mila euro

Il Consorzio 1 Toscana Nord interviene in urgenza sul Pubblico Condotto, per recuperare il muro crollato a San Pietro a Vico.

L’opera è stata richiesta all’Ente consortile dal Genio Civile, a seguito del cedimento del muro. I lavori si svolgeranno complessivamente per circa venti metri, all’altezza dell’incrocio tra via di Cucchi e via dell’Acquacalda: verrà appunto ripristinato il muro di contenimento riutilizzando le pietre storiche esistenti come rivestimento della nuova struttura in modo da lasciarne inalterato l’aspetto esteriore.

L’investimento complessivo è di oltre 60mila euro: che il Consorzio spende direttamente, coi ricavi delle concessioni incassate dai privati presenti proprio lungo il canale. Le lavorazioni, che sono appena partite, si concluderanno entro una decina di giorni.

“Prosegue il nostro impegno per la sicurezza del Pubblico Condotto lucchese – sottolinea il presidente del Consorzio, Ismaele Ridolfi – Abbiamo accettato la richiesta del Genio Civile di effettuare questa opera: siamo infatti consapevoli che la cura e l’attenzione per il territorio possa crescere, solo se tutti gli Enti e i soggetti lavorano insieme, con spirito di collaborazione nell’interesse esclusivo dei cittadini”.

In queste settimane, sul Pubblico Condotto sta effettuando i lavori annuali di manutenzione ordinaria, per un investimento complessivo che supera i 300mila euro.

Il Consorzio invita i cittadini a segnalare a “Dillo al Presidente” (al software che è a disposizione sul sito www.cbtoscananord.it e al numero di whatsapp 331/6457962) eventuali necessità o problematiche che dovessero riscontrare durante questo periodo, in modo che l’Ente consortile possa, ove possibile, intervenire celermente con le imprese già operanti in loco.

 

Share