Cattolici, ortodossi e protestanti insieme alla veglia di preghiera per la pace
lunedì 28 febbraio alle 21
nella cattedrale di Lucca

Domani, lunedì 28 febbraio, nella cattedrale di Lucca alle ore 21 tutte le comunità cristiane del territorio sono invitate a riunirsi in preghiera per la pace.

 

Sarà dunque un incontro ecumenico, con i fedeli di tutte le tradizioni cristiane che vivono in Lucchesia e Versilia. Presiederà l’arcivescovo Paolo Giulietti e con lui parteciperanno la pastora Sara Heinrich per la chiesa valdese di Lucca e della Versilia, padre Liviu Marina e padre Andrei Vizitiu per la chiesa ortodossa romena rispettivamente di Lucca e della Versilia. Inoltre sarà presente anche don Volodymyr Lyupac sacerdote greco cattolico ucraino. Tutti i cristiani quindi si uniranno in preghiera, nella Cattedrale di Lucca, per il popolo ucraino e per tutti i popoli che subiscono le nefaste conseguenze della guerra. Consapevoli che la pace è prima di tutto un dono di Dio, nella veglia di preghiera si eleveranno anche intenzioni e auspici affinché i potenti del mondo convertano le loro menti e i loro cuori, aprano realmente le porte del dialogo e della diplomazia, agiscano per il bene effettivo della gente, soprattutto dei più poveri e indifesi. In questo momento buio ed incerto, con negli occhi le terribili immagini che arrivano dal cuore dell’Europa, ogni uomo e donna di buona volontà sa che la pace è l’unica via di bene.

 

La guerra è solo una follia. Le tante manifestazioni per la pace di questi giorni sono un segno inequivocabile di un anelito di bene davvero condiviso. La veglia di preghiera nella Cattedrale di Lucca – aperta a chiunque nel rispetto delle consuete norme anti-covid ma in diretta anche sulla pagina facebook dell’Arcidiocesi di Lucca – è curata nella collaborazione di tutte le chiese cristiane di Lucchesia e Versilia, con il supporto della Comunità di Sant’Egidio, come segno di fratellanza universale.

Share