Lunedì scorso il Gruppo di Opposizione di Castelnuovo ha portato in Consiglio Comunale la mozione per l’adesione alla campagna “Plastic Free Challenge”, campagna di sensibilizzazione sulla questione ambientale che costituisce una importante presa di coscienza da parte delle istituzioni sulla questione ambientale.
E’ arrivato davvero il momento di cercare soluzioni concrete, che possano arginare l’enorme quantità di  plastica che produciamo, utilizziamo ma soprattutto buttiamo via, anche noi… nel nostro piccolo.
In particolare, l’utilizzo di oggetti di plastica monouso non è più sostenibile. Ogni singolo cittadino può (DEVE) fare qualcosa. Ma il cambiamento di atteggiamento nei confronti di questo problema globale deve partire da noi, dalle istituzioni.
L’impegno che abbiamo chiesto al Consiglio è importante: alcune cose saranno più semplici da realizzare, altre richiederanno invece impegno e progettualità e dunque anche uno sforzo in termini di investimenti economici. Ma la sfida è proprio questa…
Come gesto simbolico, durante la seduta, abbiamo consegnato ad ogni Consigliere Comunale una borraccia, che è diventato un po’ il simbolo del cambiamento. Per questa operazione dobbiamo ringraziare il sostegno della Farmacia Gaddi, che in questi ultimi anni si sta impegnando molto in questa direzione e che ha condiviso sin da subito la nostra iniziativa.
La mozione è stata condivisa ed approvata all’unanimità.
Abbiamo inoltre chiesto al Sindaco, dato che ricopre anche il ruolo di presidente, di allargare l’iniziativa a livello di Unione Comuni.
“Di seguito riportiamo (Gruppo di Opposizione) l’impegno che abbiamo chiesto e sottoscritto”:
Il Consiglio Comunale e il Sindaco si impegneranno a:
– promuovere campagne di informazione coinvolgendo tutti i soggetti attivi del territorio;
– introdurre, ovunque sia possibile, negli uffici comunali l’utilizzo esclusivo di posate piatti, bicchieri, bottiglie e sacchetti tradizionali in materiale biodegradabile e compostabile con conseguente divieto assoluto di utilizzo di plastica usa e getta; Oppure Piatti, posate e bicchieri lavabili e riutilizzabili;
– installare e promuove l’uso di distributori dell’acqua pubblici al fine di ridurre l’uso di bottiglie di plastica
– Sostituire, nei distributori di bevande calde, i bicchieri di plastica con quelli di carta, e le palette di plastica per girare il caffè con quelle di legno.
– avviare una campagna di acquisto e distribuzione di borracce a tutti i dipendenti comunali e a predisporre I‘avvio di una importante campagna di informazione e sensibilizzazione rivolto alla cittadinanza finalizzata alla futura estensione del divieto su tutto il territorio comunale sull’utilizzo di bottiglie di plastica usa e getta.
– istituire una Consulta ambientale che riunisca associazioni e portatori d’interesse;
– organizzare giornate straordinarie di pulizia di parchi, aree verdi e, soprattutto, di sponde di fiumi, torrenti, canali coinvolgendo associazioni e cittadini;
– promuovere il vuoto a rendere;
– promuovere presso i plessi scolastici l’installazione di erogatori di acqua al fine di ridurre l’utilizzo di bottiglie
– disporre che per le future forniture di materiali monouso, i capitolati di gara escludano espressamente la possibilità di acquisto di materiali non biocompostabili.

Share