l supermercato Carrefour dovrà depositare $ 1 milione in un fondo, creato dal comune di Osasco, Greater São Paulo, per l’assalto di un titolo che ha provocato sanguinamento e, di conseguenza, la morte dell’animale il 28 novembre . Secondo la Procura della Repubblica di San Paolo, è stato firmato un termine di impegno in cui la società si assume l’obbligo.

Dell’importo depositato, R $ 500 mila saranno destinati esclusivamente alla sterilizzazione di cani e gatti; R $ 350 mila per l’acquisto di medicinali per animali dall’ospedale veterinario municipale o nella cuccia comunale e € 150 mila per l’acquisto e la consegna di razioni ad associazioni, ONG e altre entità per la cura degli animali nella città di Osasco.

Secondo la sentenza, se Carrefour non rispetta l’accordo, sarà multato di R $ 1.000 al giorno per ritardata conformità con il deposito e il comune di Osasco sarà indagato per cattiva condotta amministrativa in caso di mancato rispetto del termine.

Il controllo del rispetto dell’accordo è responsabilità del procuratore.

In una dichiarazione, Carrefour ha confermato l’accordo firmato con la città di Osasco e ha affermato che “attua un ampio piano d’azione per la causa animale, strutturato con il supporto di varie ONG ed entità, con azioni concrete in corso nella città di Osasco e il paese “.

NOTA DO CARREFOUR

“Carrefour riferisce di aver siglato un accordo con il Pubblico Ministero dello Stato di San Paolo e del Comune di Osasco a favore della causa animale, a seguito di un episodio accaduto nel suo negozio di Osasco (SP) l’anno scorso. Dal suo impegno e trasparenza con l’intera società, la società restituirà 1 milione di R $ in fondi legati alla causa che verrà creata dal comune, essendo R $ 500 mila destinati alla castrazione di cani e gatti, R $ 350 mila a acquisto di medicinali per l’Ospedale Veterinario Comunale o la cuccia comunale e R $ 150.000 per l’acquisto di alimenti per associazioni, ONG e altre entità della città. L’accordo, che verrà inviato al Consiglio superiore del Pubblico Ministero per l’approvazione, prevede che il Procuratore di Osasco sarà responsabile del monitoraggio e dell’applicazione dell’accordo. Carrefour rafforza anche che implementa già un ampio piano d’azione per la causa animale, strutturato con il supporto di diverse ONG ed entità, con azioni concrete in corso nella città di Osasco e nel paese. Le informazioni sono disponibili sul canale creato esclusivamente per informare la società su queste e altre iniziative: carrefour.com.br/causa-animal. ”

CASO MANCHINHA

Videocamere di sicurezza del supermercato e video ripresi da telefoni cellulari testimoni hanno registrato il momento in cui la guardia di sicurezza insegue il cane con una sbarra di ferro.

Sebbene le immagini non mostrassero l’aggressione, la guardia di sicurezza ha ammesso, in testimonianza alla polizia, di aver colpito l’animale con la sbarra, ma non intendeva ferirlo. Più tardi, Manchinha appare zoppicante e sanguinante nelle scene. Era un cane abbandonato e docile che vagava per Carrefour e riceveva cibo e coccole da clienti e impiegati.

Altre riprese mostrano il cane ferito immobilizzato dai funzionari della città. Usano una corda legata al collo dell’animale, che sviene. L’animale viene quindi portato in un’unità animale specializzata dove è morto. Secondo il veterinario che lo ha assistito, è morto di sanguinamento.

LA SICUREZZA

La guardia di sicurezza, che non è stata nominata dopo l’indagine, risponderà in libertà per gli abusi e gli abusi sugli animali, in conformità con l’articolo 32 della legge sui crimini ambientali n. 9.605 / 98. Inoltre, il rapporto non ha potuto individuare la propria difesa per commentare la questione.

Dato che il crimine ha meno potenziale offensivo né arresto né accusa, secondo il portafoglio di pubblica sicurezza. Questo articolo della legge include coloro che feriscono o mutilano animali domestici, selvaggi, nativi o esotici. Se condannato, l’autore può essere condannato alla reclusione da tre mesi a un anno, oltre a un’ammenda.

Ti è piaciuta la storia? Condividi questo articolo Questo ci aiuta a diffondere buoni contenuti sui social network. grazie

Share