SABATO 22 GIUGNO – DOMENICA 23 giugno 

IL PATTO DI CAPRAIA  

Studiosi, pescatori, politici, ambientalisti, professori universitari, allevatori di pesci e esperti del settore, si sono dati appuntamento a Capraia Sabato 22 e domenica 23 giugno per dar vita ad un evento unico. Due giorni sull’isola per conoscere da vicino l’impianto naturale “Maricoltura  e Ricerca”, per parlare di scenari produttivi sostenibili all’interno del Golfo. A tale proposito, al termine di un articolato ed interessantissimo convegno, verrà redatto e siglato Il Patto di Capraia. Un patto importante per l’ambiente, un accordo tra chi lavora in mare e le associazioni e enti ambientalisti, in modo da dar vita ad una pesca ed un acquacoltura sostenibileLa due giorni di Capraia segna l’inizio delle attività del FLAG golfo degli Etruschi. Il gruppo di azione locale nel settore della pesca nato da una proposta Coldiretti Impresa Pesca Toscana e dalla Federazione Provinciale Coldiretti di Livorno, con i comuni di Follonica, Piombino, Scarlino, Isola di Capraia, le Aziende di Acquacoltura e i Piccoli Pescatori di questo territorio. Il convegno, dal quale prenderà vita il patto di Capraia, s’intitola Il Flag Golfo degli Etruschi. Strategia. Ambiente. Sostenibilità. Produttori. Prodotti. Ecco l’elenco dei relatori con i temi dei loro interventi.

Saluti Istituzionali

  • Marida Bessi– Sindaco Isola di Capraia
  • Sindaci Comuni Partner
  • Fabrizio Filippi– Presidente Federazione Regionale Coldiretti Toscana
  • Alberto Marianelli – Direttore Flag Golfo degli Etruschi

Interventi

  • Danilo Di Loreto– Responsabile Coldiretti Impresa Pesca Toscana Strategie di sviluppo del Flag Golfo degli Etruschi ed introduzione ai testi del convegno
  • Fabio Fabbri– Dirigente Responsabile regione Toscana Feamp Aspetti normativi del Feamp
  • Prof. Stefano Masini– Responsabile Ambiente e Territorio Confederazione Nazionale Coldiretti Conservazione o Gestione? Le nuove tendenze
  • Prof. Silvio Greco– Esperto internazionale, docente universitario e consulente Mipaaft Scenari sostenibili per la pesca e l’acquacoltura
  • Prof. GiampieroSammuri– Presidente Parco dell’Arcipelago Toscano Attività produttive, aree protette e difesa dell’ambiente. Una coesistenza possibile?
  • Prof. Carlo Pretti– Direttore C.I.B.M. Livorno Importanza del monitoraggio e controllo delle attività in mare
  • Maurizio Poli– Responsabile concessioni demanio comune di Piombino Acquacoltura off-shore. Sviluppo e controllo degli spazi acquei. Difficoltà normative.
  • Pietro Angelini– Direttore Generale Navigo Blue Economy. Potenzialità e crescita sostenibile

Le nostre Splendide Aziende testimonianze e modelli da esportare

  • Stefano Dini– Società cooperativa Maricoltura e Ricerca Una sfida coraggiosa
  • Paolo Del Lama– Società cooperativa Venere Uno sguardo verso il futuro
  • Gianni Manni e Gianfranco Di Benedetto– Associazione Pescatori noi del Golfo Una pesca che non ti aspetti
  • Piergiorgio Stipa– Agroittica Toscana Un modello di riconversione Sostenibile

Share