PRESTO ALL’ORDINE DEL GIORNO DEL CONSIGLIO COMUNALE L’AVVIO DEL PROCEDIMENTO PER LA VARIANTE PARZIALE AL REGOLAMENTO URBANISTICO PER LA CANCELLAZIONE DI LOTTI EDIFICABILI

I cittadini interessati potranno presentare richiesta per lo stralcio di aree edificabili sia di tipo residenziale che produttivo

L’amministrazione comunale vuole dare la possibilità ai cittadini capannoresi di poter chiedere la cancellazione di lotti edificabili sia di tipo residenziale che produttivo. A questo fine nei giorni scorsi la giunta ha recepito un indirizzo del consiglio comunale in seguito all’approvazione di una mozione sugli ‘Indirizzi variante stralcio delle aree edificabili’.

L’avvio del procedimento per la variante parziale al regolamento urbanistico per lo stralcio di aree edificabili sarà all’ordine del giorno di uno dei prossimi consigli comunali. Una volta che l’inizio dell’iter avrà ottenuto il via libera dell’assemblea consiliare i cittadini interessati potranno presentare contributi all’amministrazione comunale per stralciare le potenzialità edificatorie delle aree di cui sono proprietari compilando un apposito modulo che sarà disponibile sul sito internet del Comune alla Sezione ‘Garante dell’informazione e della partecipazione’ e all’Urp.

Si aprirà così una fase di informazione e partecipazione per raccogliere le esigenze dei cittadini.

Inoltre l’amministrazione comunale promuoverà un’assemblea pubblica aperta sia ai cittadini che agli operatori dei settori interessati per fornire indicazioni operative su

lle modalità e le condizioni proposte.

Si tratta di un’opportunità importante per tutti quei cittadini proprietari di aree edificabili sia residenziali sia di tipo produttivo che intendono stralciare dal regolamento urbanistico le potenzialità edificatorie di tali aree con conseguenti benefici economici – spiega l’assessora all’urbanistica Silvia Amadei-. Una nuova variante che vuole andare incontro alle esigenze del territorio e che mi preme sottolineare si basa sull’iniziativa dei privati proprietari di aree edificabili non più interessati alla loro edificazione”.

Le proposte di stralcio verranno considerate solo quando sottoscritte da tutti i proprietari dell’area e valutate in base ad alcuni criteri quali il mantenimento delle possibilità edificatorie delle aree residue o limitrofe.

Potranno presentare domanda di cancellazione di aree edificabili anche coloro che lo abbiano già fatto in precedenza e non abbiano ottenuto lo stralcio.

Share