capannori –  per Pasqua e Pasquetta non si esce. I controlli saranno intensificati.

Non ci si sposta per andare dai familiari, o dai parenti o dagli amici.

Cari cittadini, care cittadine,
la Pasqua e la Pasquetta quest’anno si fanno a casa. Con le persone con cui si vive. Non si può andare dai familiari o dai parenti o farli venire da noi. Lo stesso vale per gli amici.
Ve lo dico: i controlli saranno intensificati in quei giorni.
E non si potrà dire “sto andando a fare la spesa”.
Le macchine sulle strade in quei due giorni devono essere praticamente zero.
Quindi attenzione: rispettate le regole, perché le multe sono molto salate.
In più è già successo che le Forze di Polizia abbiano beccato e denunciato persone perché facevano il festino di compleanno o la cena con amici. Della serie, non pensate che sia impossibile beccarvi.
In più, pensate che se vi riunite a Pasqua esponete a un rischio inutile le persone più anziane della famiglia. E anche voi stessi. E anche i vostri figli.
Stiamo andando verso la meta, perché rovinare tutto?
Ci sarà tempo per stare assieme. E sarà bellissimo.
Ma dobbiamo continuare a essere seri e rigorosi per ancora qualche settimana, non si può fare altro.
Stiamo affrontando un’emergenza a livello mondiale tremenda, e come tale dobbiamo affrontarla.
Non si può abbassare la guardia, non si può ragionare come si ragionava prima.
Facciamoci delle belle videochiamate con amici, familiari e parenti, facciamo sentire il calore. Ma tenendo la distanza.
La distanza è una misura tanto dolorosa quanto efficace.
Facciamo adesso i sacrifici che vanno fatti, perché dopo si possa pensare solo a ricominciare.
Tutti insieme possiamo farlo.
Con fierezza diciamo: la Pasqua e la Pasquetta le faccio a casa mia!
Forza!

Share