CAPANNORI – Oltre 550 le famiglie che nel 2018 hanno usufruito di misure anticrisi e di agevolazioni tariffarie per il pagamento del servizio di raccolta rifiuti

L'assessore Lia MiccicheSono complessivamente oltre 550 le famiglie che per il 2018 hanno usufruito di misure anticrisi e delle agevolazioni tariffarie per il pagamento del servizio di raccolta rifiuti per un importo complessivo di oltre 90 mila euro. Di queste, 49, per un totale di circa 7.000 euro, riceveranno rimborsi del pagamento del servizio Ascit base, il rimborso delle rette e dei buoni pasto dell’asilo nido, il rimborso dei servizi scolastici di mensa e trasporto grazie alle misure anticrisi rivolte alle famiglie in cui almeno un componente familiare al momento della domanda sia disoccupato da oltre un mese e iscritto al Centro per l’impiego, in mobilità, in Naspi, in cassa integrazione straordinaria o in deroga e in possesso di un determinato reddito. Queste misure anticrisi sono in pagamento proprio in questi giorni da parte dell’amministrazione comunale che ha inviato una comunicazione al domicilio dei beneficiari, i quali potranno ricevere il rimborso sul proprio conto corrente se hanno comunicato il proprio Iban, oppure tramite cassa recandosi agli sportelli del Monte dei Paschi di Siena.

Le rimanenti 512 famiglie, sempre relativamente al 2018, usufruiranno delle agevolazioni tariffarie per il pagamento del servizio di raccolta rifiuti per un importo complessivo di circa 85 mila euro. Alcuni avranno l’esenzione totale, altre usufruiranno di uno sconto del 40%.

Questo tipo di agevolazioni tariffarie sono rivolte a destinatari che sono in una delle seguenti condizioni e con un determinato Isee: alloggio abitato da una sola persona ultrasessantenne pensionata, due o più persone ultrasessantenni, nuclei familiari formati da 5 o più componenti, alloggio abitato da nucleo familiare in cui siano presenti persone con disabilità certificate. Chi ha già pagato la bolletta, sia in caso di esenzione che nel caso dello sconto del 40% riceverà un rimborso da Ascit.

“L’amministrazione comunale conferma il sostegno concreto alle famiglie che si trovano in difficoltà di cui come risulta da questi dati beneficiano numerosi nuclei familiari del territorio e in particolare quelli con anziani e portatori di handicap, nuclei numerosi o che hanno al loro interno persone disoccupate o in cassa integrazione – afferma l’assessore alle politiche sociali, Lia Miccichè -. Non solo, aumenta anche l’impegno dell’ente per semplificare l’accesso dei cittadini a queste agevolazioni. Da quest’anno infatti, grazie al fatto che il Comune ha messo a disposizione le risorse necessarie, le famiglie che ne hanno diritto non devono più anticipare i soldi per pagare le bollette del servizio Ascit, ma le ricevono con importo ridotto o già esentate. Un passo avanti importante per un welfare sempre più efficace”.

Share