L’Ente è stato scelto dal Ministero dell’Interno per la messa a regime del rinnovato documento personale
 CAPANNORI NEL PRIMO GRUPPO DEI COMUNI ITALIANI CHE POTRANNO EMETTERE LA NUOVA CARTA DI IDENTITA’ ELETTRONICA
Il sindaco Menesini: “Questo documento innovativo si integrerà in un percorso già avviato dalla nostra amministrazione comunale”

Capannori farà parte del primo gruppo dei Comuni italiani che potranno emettere la nuova carta di identità elettronica (Cie). L’ente guidato dal sindaco Luca Menesini è infatti stato scelto dal Ministero dell’Interno per la messa a regime del rinnovato documento personale che, fra i vantaggi, renderà più semplice accedere ai servizi online della pubblica amministrazione.

I cittadini potranno richiedere il nuovo documento a breve, visto che i tempi di entrata in vigore del sistema saranno rapidi. A fine aprile il personale dell’Ente sarà formato, poi a metà maggio i tecnici del Ministero installeranno i nuovi terminali. In seguito a questo, dunque, il Comune potrà emettere le prime carte di identità elettronica.unnamed (9)

“Da tempo chiedevamo al Ministero di poter rientrare tra i primi Comuni ad emettere la nuova carta di identità elettronica – commenta il sindaco Luca Menesini -.  Questo documento innovativo si integrerà in un percorso già avviato dalla nostra amministrazione comunale con il quale stiamo portando avanti delle azioni concrete volte a rendere più semplice la vita dei cittadini. Mi riferisco all’innovazione nei servizi online, alla digitalizzazione dell’Ente, agli educatori digitali per le famiglie, alla banda larga e a tutti gli altri servizi che sono punti fondamentali per rendere sempre più Capannori una ‘smart city’. La carta di identità elettronica è quindi un rilevante passaggio verso questo obiettivo”.

La nuova carta di identità elettronica dispone di un microchip predisposto per consentire l’autenticazione online da parte del cittadino per la fruizione dei servizi della pubblica amministrazione. Può anche essere utilizzata per richiedere in maniera più rapida un’identità digitale presso per il Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID), utilizzato per accedere a servizi online pubblici. Tale microchip rappresenta anche un sistema di sicurezza e contro la contraffazione dei dati del cittadino. Sulla carta di identità elettronica sono inoltre riportate la foto, le impronte digitali e il codice fiscale.

Una volta richiesta allo sportello del Comune, la nuova carta di identità elettronica sarà inviata a casa del cittadini in 6 giorni, oppure potrà essere ritirata  in Municipio. Coloro che dispongono della carta di identità in formato cartaceo non dovranno presentarsi per fare una nuova richiesta, visto che sarà rispettata la prevista validità di 10 anni dalla data di emissione.

Share