Salvaguardia del territorio, meno consumo di suolo, maggiori possibilità di recupero del patrimonio edilizio esistente, soprattutto nelle aree agricole.

Sono questi i capisaldi del nuovo regolamento urbanistico del Comune di Capannori. Ieri pomeriggio (venerdì) il consiglio comunale ha infatti approvato la variante generale al regolamento urbanistico risalente al 2009 con i voti favorevoli della maggioranza e quelli contrari dell’opposizione. Il nuovo importante documento di programmazione urbanistica disegna il futuro di Capannori per i prossimi anni. Una Capannori più sostenibile, poiché si esclude la possibilità di nuove edificazioni -, alla luce del fatto che nel precedenteregolamento urbanistico ben 400 aree edificabili non sono state ancora utilizzate – e viene invece aumentata la possibilità di recupero dell’esistente ampliando, ad esempio, la possibilità di recuperare gli edifici posti ai margini delle perimetrazioni dei nuclei rurali per una fascia di 40 metri, invece che di 20 come previsto finora. Sempre nelle aree rurali sono consentiti ampliamenti inversamente proporzionali alla superficie esistente: ciò significa che una superficie di 60 metri quadrati può essere ampliata del 70% e una di 120 metri quadrati può essere ampliata del 20%. Il nuovo regolamento urbanistico va inoltre a prevedere una serie di nuove infrastrutture, come le rotatorie, che andranno a decongestionare il traffico in alcune aree particolarmente critiche del territorio e nuovi parcheggi in molte frazioni. Grande attenzione anche alla mobilità dolce con la previsione di nuove piste ciclabili da collegare alla rete esistente, alle aree attrezzate per il tempo libero e lo sport, e al miglioramento e ampliamento delle aree scolastiche.

La Capannori dei prossimi anni rispetterà di più il territorio e l’ambiente – afferma l’assessora all’urbanistica, Silvia Amadei -, perché con il nuovo regolamento urbanistico salvaguardiamo il comune da ulteriori cementificazioni e allo stesso tempo incentiviamo il recupero del patrimonio edilizio esistente con particolare attenzione alle aree rurali che rivestono grande importanza nella nostra realtà. L’obiettivo è rendere il territorio più vivibile e più bello anche grazie alla previsione di nuove opere pubbliche che andranno a migliorare la qualità della vita dei cittadini per quanto riguarda la mobilità, la scuola, lo sport e il tempo libero. Questo nuovo documento di programmazione, frutto di grande lavoro e impegno da parte della commissione urbanistica, di tutto il consiglio comunale e degli uffici competenti che ringrazio, ci guiderà nel garantire uno sviluppo territoriale che rispetta l’ambiente e le sue risorse, migliora le infrastrutture, promuove nuovi stili di vita”.

Consegniamo ai cittadini un documento di programmazione moderno che accoglie tutte le novità della nuova legge urbanistica regionale e risponde appieno ad una buona gestione del governo del territorio – afferma Guido Angelini, presidente della commissione consiliare urbanistica -. Un risultato importante reso possibile anche grazie al lavoro intenso svolto dalla commissione urbanistica e dal consiglio comunale tutto, nonché dagli uffici comunali. Il nuovo regolamento urbanistico ci fornisce un quadro conoscitivo completo ed aggiornato del territorio e prevede tutta una serie di opere pubbliche che andranno a migliorare infrastrutture, scuole e in generale le frazioni del nostro territorio”.

Tra le opere pubbliche previste più rilevanti, per quanto riguarda le infrastrutture, ci sono la rotatoria sul Viale Europa, tra viale Europa, via S.Cristoforo e via dei Bocchi in località ‘Masini’ e il prolungamento di via della Piscina a Capannori per bypassare il centro di Capannori. Previsti anche numerosi parcheggi: nuovo sistema di parcheggi nel centro direzionale di Capannori nell’area di piazza Aldo Moro; nuovo parcheggio ad Artémisia; nuovo sistema di parcheggi a San Gennaro; nuova area di sosta in via dei Malfatti a Pieve San Paolo; nuovo parcheggio all’Osteria a Lammari; nuovo parcheggio alla scuola primaria di Lunata; nuovo parcheggio adiacente alla scuola primaria di Carraia; nuovo parcheggio all’Ostello di Vorno. Nuove aree di sosta sono previste anche in molte altre frazioni. Il nuovo regolamento urbanistico contempla inoltre novità per alcune aree scolastiche con la riconfigurazione del plesso scolastico di Camigliano per la realizzazione di una nuova viabilità di accesso e aree di sosta, l’ampliamento dell’ area scolastica di Badia di Cantignano e dell’area scolastica della scuola primaria di Lammari. Relativamente alle aree a verde attrezzato sono previste nuove aree a Coselli vicino alla chiesa e a S.Andrea di Compito vicino alle fonti S.Piero. Nel settore del verde sportivo da segnalare l’ampliamento del campo sportivo di Massa Macinaia.

 

Share