CAPANNORI – Coronavirus, aperto il Centro operativo comunale di protezione civile

La riunione operativa di stamani

Ascoltare, capire i bisogni e fornire assistenza alle persone sottoposte a quarantena per il Coronavirus e ai loro familiari. E’ quello di cui si dovrà occupare il Centro operativo comunale di protezione civile (Coc) che da oggi  è stato attivato a Capannori. La decisione è stata presa stamani dal sindaco Luca Menesini al termine di un incontro operativo a cui hanno partecipato anche l’assessore alla protezione civile, Davide Del Carlo, il direttore della Zona Distretto della Piana di Lucca dell’Azienda Usl Toscana Nord Ovest, Luigi Rossi e la comandante della polizia municipale, Debora Arrighi.

“Vogliamo costantemente essere accanto alle persone in quarantena e ai loro cari – spiega il sindaco, Luca Menesini -. Siamo consapevoli che chi deve affrontare direttamente questa situazione può avere varie bisogni, da un semplice sostegno morale alla necessità di fare la spesa. Mettiamo quindi a disposizione di questi cittadini le nostre professionalità e la rete delle associazioni di protezione civile. Ferme restando le norme sanitarie che queste persone devono rispettare, intendiamo fornire loro supporto. Questi cittadini avranno infatti un nostro numero di telefono da contattare in caso di bisogno; in ogni modo, sempre telefonicamente, ci metteremo periodicamente in contatto con loro”.

“E’ questo un momento in cui il grande spirito di solidarietà della nostra comunità deve avere la massima espressione – prosegue il primo cittadino -. Ringrazio quindi i nostri uffici e le associazioni di protezione civile che contribuiranno ad offrire questo importante servizio ai cittadini”.

Il Coc sarà attivo dalle ore 8 alle ore 20. Al personale solitamente attivato per i casi di protezione civile si aggiungeranno anche operatori sociali dell’Ente. Le persone in quarantena e i loro familiari, a cui sarà fornito un numero telefonico, potranno mettersi in contatto con il Coc. A disposizione, in caso di necessità accertata, ci sarà anche una squadra di volontari di protezione civile che potrà consegnare generi alimentari e altro ai cittadini.

Share