CAPANNORI –  APPROVA LE TARIFFE ASCIT

IL CONSIGLIO COMUNALE APPROVA IL PIANO FINANZIARIO E TARIFFARIO

PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI. RIDUZIONI PER IL 90% DELLE UTENZE DOMESTICHE

Approvati anche il regolamento della tariffa corrispettiva e

il regolamento comunale ‘Evento a rifiuti zero’.

Resta invariato, così come da sette anni a questa parte, il piano finanziario di Ascit per il 2017, che ammonta a 8 milioni e 300 mila euro, approvato ieri (lunedì) dal consiglio comunale, insieme al piano tariffario, al regolamento della tariffa corrispettiva della gestione dei rifiuti e al regolamento comunale ‘Evento a rifiuti zero’.
ASCIT

Invariata anche la ripartizione globale tra utenze domestiche e non domestiche che rimane, rispettivamente, del 47% e del 53%, così come resta uguale la suddivisione tra parte fissa (60%) e parte variabile (40%) della tariffa.

All’interno di questo scenario nel 2017, circa il 90% delle utenze domestiche avrà una riduzione in bolletta che oscilla tra 0 e 9 euro, in seguito ad una rimodulazione dovuta alla piena e definitiva entrata a regime del sistema di tariffazione puntuale. Resta inoltre invariata la parte fissa della bolletta per le utenze non domestiche, mentre la parte variabile vede la rimodulazione del costo dello svuotamento al litro da 0,89 a 1,11 euro, anche in seguito all’aumento dei costi di smaltimento, in particolare per l’indifferenziato, per l’azienda.

E’ un risultato importante essere riusciti a mantenere inalterato da 7 anni il piano finanziario a fronte di un progressivo innalzamento della qualità del servizio – afferma l’assessore all’ambiente Matteo Francesconi –. Dal 2014 ad oggi il servizio di raccolta e smaltimento rifiuti è infatti progressivamente migliorato ed è andato nella direzione di facilitare e agevolare le utenze. Tra le novità introdotte il nuovo servizio gratuito di raccolta del verde con bidone, l’aumento del numero dei ritiri per alcune tipologie di rifiuti, il ritiro gratuito di pannolini e pannoloni, il raddoppio dello sconto dal 10 al 20% per chi pratica il compostaggio domestico. E’ stata inoltre aperta l’isola ecologica di Coselli, mentre il centro del riuso di Lammari è stato interessato da alcuni lavori di miglioramento e sarà nuovamente aperto a partire dalla prossima settimana. Nuove agevolazioni fiscali sono poi contenute nel regolamento della tariffa corrispettiva per l’anno in corso, che vede premiare i comportamenti virtuosi di cittadini, attività e associazioni”.

Tra le novità più rilevanti contenute nel regolamento una misura contro lo spreco alimentare che prevede agevolazioni sulla parte variabile della tariffa per le utenze non domestiche che in via continuativa devolvono prodotti alimentari derivanti dalla propria attività per scopi assistenziali.

Altra novità è lo sconto del 10% della parte variabile della tariffa per le utenze domestiche che hanno aderito al progetto ‘Famiglie Rifiuti Zero’, che è cumulabile con quello per il compostaggio, per cui gli aderenti al nuovo progetto sperimentale che praticano il compostaggio domestico possono usufruire di uno sconto complessivo del 30% della parte variabile.

Resta per il 2017 l’esenzione per le utenze relative ad Enti religiosi, Enti non commerciali e ONLUS e ad eventi da questi organizzati.

Il consiglio comunale ha inoltre approvato il regolamento comunale ‘Evento a rifiuti zero’ che prevede l’esenzione della tariffa rifiuti per le associazioni promotrici di eventi, come, ad esempio, sagre paesane e manifestazioni sportive, che raggiungano almeno il 90% di raccolta differenziata, che è la percentuale ottenuta dalle utenze domestiche. Per ottenere la gratuità per lo smaltimento dei rifiuti sarà necessario anche che l’associazione nomini un responsabile dei rifiuti. Gli eventi virtuosi potranno contraddistinguersi per essere ‘green’ e fregiarsi del bollino ‘Evento a rifiuto zero’.

Il Piano finanziario e il piano tariffario di Ascit sono stati approvati con il voto contrario della minoranza, che si è astenuta sul regolamento della tariffa corrispettiva della gestione dei rifiuti e sul regolamento comunale ‘Evento a rifiuti zero’.

IL CONSIGLIO COMUNALE APPROVA IL PIANO FINANZIARIO E TARIFFARIO

PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI. RIDUZIONI PER IL 90% DELLE UTENZE DOMESTICHE

Approvati anche il regolamento della tariffa corrispettiva e

il regolamento comunale ‘Evento a rifiuti zero’.

Resta invariato, così come da sette anni a questa parte, il piano finanziario di Ascit per il 2017, che ammonta a 8 milioni e 300 mila euro, approvato ieri (lunedì) dal consiglio comunale, insieme al piano tariffario, al regolamento della tariffa corrispettiva della gestione dei rifiuti e al regolamento comunale ‘Evento a rifiuti zero’.

Invariata anche la ripartizione globale tra utenze domestiche e non domestiche che rimane, rispettivamente, del 47% e del 53%, così come resta uguale la suddivisione tra parte fissa (60%) e parte variabile (40%) della tariffa.

All’interno di questo scenario nel 2017, circa il 90% delle utenze domestiche avrà una riduzione in bolletta che oscilla tra 0 e 9 euro, in seguito ad una rimodulazione dovuta alla piena e definitiva entrata a regime del sistema di tariffazione puntuale. Resta inoltre invariata la parte fissa della bolletta per le utenze non domestiche, mentre la parte variabile vede la rimodulazione del costo dello svuotamento al litro da 0,89 a 1,11 euro, anche in seguito all’aumento dei costi di smaltimento, in particolare per l’indifferenziato, per l’azienda.

E’ un risultato importante essere riusciti a mantenere inalterato da 7 anni il piano finanziario a fronte di un progressivo innalzamento della qualità del servizio – afferma l’assessore all’ambiente Matteo Francesconi –. Dal 2014 ad oggi il servizio di raccolta e smaltimento rifiuti è infatti progressivamente migliorato ed è andato nella direzione di facilitare e agevolare le utenze. Tra le novità introdotte il nuovo servizio gratuito di raccolta del verde con bidone, l’aumento del numero dei ritiri per alcune tipologie di rifiuti, il ritiro gratuito di pannolini e pannoloni, il raddoppio dello sconto dal 10 al 20% per chi pratica il compostaggio domestico. E’ stata inoltre aperta l’isola ecologica di Coselli, mentre il centro del riuso di Lammari è stato interessato da alcuni lavori di miglioramento e sarà nuovamente aperto a partire dalla prossima settimana. Nuove agevolazioni fiscali sono poi contenute nel regolamento della tariffa corrispettiva per l’anno in corso, che vede premiare i comportamenti virtuosi di cittadini, attività e associazioni”.

Tra le novità più rilevanti contenute nel regolamento una misura contro lo spreco alimentare che prevede agevolazioni sulla parte variabile della tariffa per le utenze non domestiche che in via continuativa devolvono prodotti alimentari derivanti dalla propria attività per scopi assistenziali.

Altra novità è lo sconto del 10% della parte variabile della tariffa per le utenze domestiche che hanno aderito al progetto ‘Famiglie Rifiuti Zero’, che è cumulabile con quello per il compostaggio, per cui gli aderenti al nuovo progetto sperimentale che praticano il compostaggio domestico possono usufruire di uno sconto complessivo del 30% della parte variabile.

Resta per il 2017 l’esenzione per le utenze relative ad Enti religiosi, Enti non commerciali e ONLUS e ad eventi da questi organizzati.

Il consiglio comunale ha inoltre approvato il regolamento comunale ‘Evento a rifiuti zero’ che prevede l’esenzione della tariffa rifiuti per le associazioni promotrici di eventi, come, ad esempio, sagre paesane e manifestazioni sportive, che raggiungano almeno il 90% di raccolta differenziata, che è la percentuale ottenuta dalle utenze domestiche. Per ottenere la gratuità per lo smaltimento dei rifiuti sarà necessario anche che l’associazione nomini un responsabile dei rifiuti. Gli eventi virtuosi potranno contraddistinguersi per essere ‘green’ e fregiarsi del bollino ‘Evento a rifiuto zero’.

Il Piano finanziario e il piano tariffario di Ascit sono stati approvati con il voto contrario della minoranza, che si è astenuta sul regolamento della tariffa corrispettiva della gestione dei rifiuti e sul regolamento comunale ‘Evento a rifiuti zero’.

Share