Aggiudicati i lavori per la realizzazione delle nuove sedi della scuola secondaria di primo grado ‘Carlo Piaggia’ di Capannori e del liceo scientifico ‘Majorana’

Il rendering del progetto

Sono stati aggiudicati i lavori per la realizzazione delle nuove sedi della scuola secondaria di primo grado ‘Carlo Piaggia’ e del liceo scientifico ‘Majorana’ di Capannori situato nello stesso plesso. La ditta aggiudicataria è Alfa Impianti in Ati con Edil Generali della provincia di Lecce.
L’importante intervento è finanziato con 12 milioni di euro dal Miur (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) attraverso i mutui Bei (Banca Europea degli investimenti). Il progetto sarà presentato alla cittadinanza con un incontro pubblico che si terrà nelle prossime settimane.
L’attuale edificio che ospita le due scuole, risalente ai primi anni Settanta, sarà ricostruito in due edifici distinti a tre piani, uno per la scuola secondaria di primo grado ed uno per il liceo scientifico. Il nuovo complesso scolastico avrà una superficie complessiva di circa 19 mila metri quadrati, di cui circa 5 mila di superficie coperta. Entrambi gli edifici saranno pienamente accessibili alle persone con disabilità anche attraverso l’installazione di percorsi loges e di mappe e targhe tattili per favorire l’orientamento e la riconoscibilità dei luoghi per i non vedenti, ipovedenti e non udenti. Il nuovo complesso scolastico avrà anche spazi per lo sport all’aperto e ampie aree a verde  I lavori saranno eseguiti per lotti per assicurare la continuità dell’attività didattica, poiché le varie parti del vecchio edificio saranno demolite solo dopo la realizzazione dei nuovi edifici.
“Con l’assegnazione dei lavori compiamo un altro importante passo avanti per la realizzazione di questa importante opera con cui andiamo a costruire un polo scolastico innovativo, sostenibile e ben integrato nel contesto naturale e urbano – afferma l’assessore all’edilizia scolastica Francesco Cecchetti -. Un complesso scolastico completamente nuovo che sarà in grado di rispondere appieno alle nuove necessità legate all’aumento degli iscritti e alle mutate esigenze didattiche, dando agli studenti  la possibilità di avere a disposizione sedi moderne, funzionali, sicure e più belle. Un polo che è nostra intenzione sia anche punto di riferimento per tutta la comunità. Prossimamente presenteremo il progetto pubblicamente per condividerlo con la cittadinanza”.

Share