Bove:”Sono soddisfatto che un servizio così essenziale oggi sia a disposizione anche dei cittadini di San Gennaro”

A SAN GENNARO E’ ARRIVATO IL METANO.

SONO CIRCA 130 LE FAMIGLIE CHE POSSONO USUFRUIRE DEL SERVIZIO

Chi ha pagato il preventivo di allaccio può sottoscrivere un contratto di somministrazione ed attivare la fornitura

Sono circa 130 le famiglie della frazione di San Gennaro che possono allacciarsi alla rete del metano. Terminato il primo lotto dell’opera di metanizzazione della frazione collinare iniziata lo scorso febbraio, adesso il metano è già in rete e coloro che hanno già pagato il preventivo di allaccio possono sottoscrivere un contratto di somministrazione ed attivare la fornitura. Le utenze che ancora non hanno sottoscritto il preventivo con Gesam per l’allaccio possono ancora farlo usufruendo di tariffa agevolata.

Esprimo soddisfazione per il fatto che anche i residenti di San Gennaro possano usufruire di un servizio essenziale come quello del metano – afferma l’assessore ai lavori pubbliciGabriele Bove -, che oltre a portare vantaggi di varia natura ai cittadini ha una valenza significativa anche sotto il profilo ambientale, poiché gli alti livelli di pm10 nell’aria per circa un terzo sono provocati proprio da fonti di riscaldamento alimentate con altri combustibili. Con la conclusione di questa estensione della rete del metano portiamo a compimento la metanizzazione della zona nord est del territorio che ha già interessato Borgonuovo, Lappato e Gragnano. Ringrazio Gesam per le modalità e la puntualità con cui ha eseguito i lavori.Entro la metà di ottobre partiranno i lavori per l’estensione della rete anche nella zona sud est del nostro territorio ed in particolare nelle frazioni di Pieve di Compito, Colle di Compito e Castelvecchio di Compito portando a compimento la metanizzazione sulla via Sarzanese Valdera”.

Quella realizzata nella zona nord est e un’opera di metanizzazione significativa che ha esteso la rete di circa 13 chilometri, per la quale Gesam ha investito complessivamente oltre 3 milioni di euro mentre il contributo economico del Comune è stato di circa 300 mila euro.

 

Share