Cambia il volto dell’ingresso a Forte dei Marmi: il sindaco Bruno Murzi ha firmato la convenzione con la Salt che concede al Comune in comodato d’uso gratuito più di un chilometro di lunghezza di banchina stradale della Via Vico.
Un altro obiettivo del primo cittadino che va in porto, far sì che la via principale d’ingresso al paese diventi un biglietto da visita all’altezza del nome di Forte dei Marmi: “Finalmente andremo a cambiare il volto dell’entrata principale della nostra cittadina. Abbiamo firmato in questi giorni con la Società Autostrade Tosco Ligure una convenzione che ci concede la cessione in comodato dell’area, ubicata nel territorio comunale in località Caranna lungo la via Gian Battista Vico, circa poco più di un chilometro di lunghezza. Ora potremmo cominciare mettere mano ad un progetto di restyling.”
Un progetto a cui il Sindaco Murzi puntava da sempre: “Chi arriva dall’uscita dell’autostrada ed imbocca via Vico per raggiungere il centro di Forte dei Marmi certamente non percorre una strada rappresentativa della qualità che offre il nostro Paese. Questo per me è sempre stato inaccettabile e mi ha indotto poi, da Sindaco, ad andare a verificare la situazione per capire cosa poter fare, scoprendo così che negli anni ’70 era stata già sottoscritta una convenzione con Salt dall’allora sindaco Antonio Molino, documento che non è mai stato poi attuato. Noi abbiamo ripreso quella convenzione e siamo andati ad implementarla ed ora la metteremo subito in pratica, iniziando a riqualificare le aree cedute: sarà giusto completamento di un percorso, dopo i lavori all’uscita dell’autostrada di Salt e la rotonda di via Giglioli.”
Una volta dunque ottemperato alle opere di sfalcio, pulizia, nonché eventuali bonifiche e regimentazione delle acque di scolo, prenderanno il via i lavori lungo la via Vico di sistemazione a verde con la piantumazione di essenze e siepi, oltre all’inserimento di arredo urbano.
“La riqualificazione  del Paese che stiamo realizzando – precisa il primo cittadino – non può non passare anche dall’ingresso della città, il tutto deve essere armonico. Chi viene a Forte dei Marmi, deve poter assaporare quello che troverà, ancor prima di arrivarci.”

 

Share