Buoni scuola: saranno 77 le famiglie che a Lucca usufruiranno del contributo della Regione per la frequenza delle scuole d’infanzia private

Pubblicata sul sito www.comune.lucca.it la graduatoria completa di coloro che potranno accedere al beneficio.scuolabus-1-1728x800_c

 

Sono 77 le famiglie che usufruiranno dei Buoni scuola per l’anno scolastico 2017-2018 e nove le scuole dell’infanzia paritarie private interessate. Le domande presentate entro i termini utili erano infatti 80, ma 3 di queste non avevano i requisiti necessari per poter partecipare al bando.

 

E’ stata pubblicata in questi giorni sul sito del Comune la graduatoria completa di coloro che avranno diritto ad un contributo per il pagamento della retta di frequenza delle  scuole per l’infanzia Divina Provvidenza di San Lorenzo a Vaccoli, Don Aldo Mei dell’Arancio, Il Cucciolo di San Concordio, Leone XII del centro storico, Mater Boni Consilii di Sant’Alessio, scuola materna Moni di San Donato, Sacro Cuore di Picciorana, San Giovanni Bosco di San Macario in Piano e la scuola d’infanzia di Santa Maria del Giudice.

 

Il contributo messo a disposizione dalla Regione Toscana è di 21.044 euro e verrà assegnato alle 77 famiglie che sono state suddivise in 3 diverse fasce sulla base del valore dell’Isee: alle famiglie appartenenti alla prima fascia, con Isee fra 0 e 17.999 euro, andranno 328,29 euro di Buono scuola; alle famiglie della seconda fascia (Isee fra 18.000 e 23.900 euro) andranno 164,14 euro e infine alle famiglie della terza fascia, con Isee compreso fra 24.000 e 30.000 euro, andranno 98,58 euro.

 

L’assessora alle politiche formative Ilaria Vietina esprime piena soddisfazione per aver potuto utilizzare i contributi regionali al fine di sostenere le famiglie nell’importante compito dell’educazione e dell’inclusione sociale. “Questi interventi – dichiara – consolidano il sistema integrato dell’istruzione che, a livello di scuola dell’infanzia, vede ancora una importante partecipazione degli istituti a gestione non statale i quali consentono l’estensione del percorso educativo alla quasi totalità delle bambine e dei bambini,garantendo  l’obiettivo della piena realizzazione del diritto all’educazione”.

 

Le somme dei Buoni scuola saranno erogati direttamente dal Comune alle nove scuole paritarie private frequentate dai bambini delle 77 famiglie che sono rientrate nella graduatoria.

Share