Bruciature, scottature: l’iperico è la soluzione naturale! O ERBA DI SAN GIOVANNI

 

L’Iperico, chiamato anche Erba di San Giovanni, è una pianta erbacea assai diffusa nelle nostre campagne; le sue foglie presentano in controluce numerose piccole chiazze traslucide, corrispondenti a ghiandole, che le fanno sembrare attraversate da numerosi forellini, da cui il nome perforatum.
L’Iperico è una pianta molto interessante e piuttosto importante nel panorama fitoterapico, poiché possiede un fitocomplesso ricco e composito, che giustifica le numerose proprietà medicinali che le sono attribuite e riconosciute, sia per l’uso esterno che per quello interno. I principi attivi caratterizzanti sono, fra gli altri, l’ipericina, l’iperforina e i flavonoidi.
L’uso esterno prevede l’utilizzo come vulnerario per piaghe da decubito non infette, ferite, ulcerazioni, bruciature, eritemi da pannolino. E’ interessante anche l’uso cosmetico, per la sua azione protettrice utilizzata per i prodotti solari, poiché l’olio di Iperico agisce come filtro verso i raggi solari, ed ha anche un’azione vasoprotettrice che riduce il rischio di eritema, mentre l’ipericina accelera la maturazione della melanina, facilitando quindi l’abbronzatura. L’olio di Iperico è anche un valido antiarrossante per pelli delicate, eudermico e tonificante per pelli senescenti; manifesta un’azione anestetica locale, riduce le reazioni infiammatorie e favorisce la riepitelizzazione dell’epidermide.

foto di ParaFarmacia Cura e Natura-Lucca.

Share