BRASATO AL BAROLO13095746_953010021464911_5581773181669451091_n

Piatto speciale di origine piemontese da gustare con la polenta, la cottura risulterà lunga ma il sapore ripagherà il vostro impegno.
Per il taglio di carne da scegliere affidatevi al vostro macellaio che vi taglierà un pezzo nella coscia anteriore o posteriore, ricca di marezzatura, quelle piccole venature quasi trasparenti che scompaiono in cottura e rendono la carne delicata e saporita.
Potete cucinare la vostra carne intera o a spezzatino, il risultato sarà ottimo comunque, ma mi raccomando che il vino sia di qualità.
Mettete la vostra carne a macerare per almeno 12 ore in una ciotola con sopra carota, sedano, cipolla, aglio a pezzetti piccoli, aggiungere alla marinata alloro, salvia, rosmarino, peporino (timo), chiodi di garofano, cannella, bacche di ginepro schiacciate, grani di pepe quindi ricoprire col Barolo. Rosolate in un tegame con olio a fuoco vivace prima le verdure, aggiungete del burro, poi aggiungete la carne e quando ha preso colore aggiungete il vino della marinata col resto degli aromi rimasti nella ciotola.Cuocete per almeno due ore a fuoco basso, la pietanza deve sobbollire, quindi mettete un bicchierino di cognac, fate evaporare e cuocere ancora una decina di minuti, le verdure avranno formato una salsa che ricoprirà l carne nel vostro vassoio di portata.
Lo accompagnerete con la polenta bevendo la bottiglia di barolo rimasto. RICETTA DI EZIO LUCCHESI

Share