BORGO DELLE CAMELIE, NASCERÀ UNA COOPERATIVA DI COMUNITÀ

PER VALORIZZARE PIEVE E SANT’ANDREA DI COMPITO

L’assessore Cecchetti: “Un progetto molto importante in cui associazioni e abitanti saranno protagonisti di una serie di azioni per dare nuovo slancio turistico e aggregativo ai due paesi”

Regione Toscana, Comune di Capannori e Centro Culturale Compitese Compitese uniti per continuare a far crescere il Borgo delle Camelie, ossia Pieve e Sant’Andrea di Compito, attraverso un progetto che prevede lo sviluppo della cooperativa Centro Culturale Compitese, assieme al tessuto associazionistico locale, in cooperativa di comunità. Cittadini e associazioni locali, d’intesa con l’amministrazione Menesini e l’Ente regionale, metteranno insieme le proprie forze per realizzare azioni specifiche e migliorative di spazi pubblici come il parco giochi della zona, la riattivazione del bar del Centro Culturale Compitese, la creazione di un punto informativo per cittadini e turisti e la realizzazione di eventi di animazione della comunità, il tutto grazie anche alla predisposizione di un processo partecipativo che coinvolgerà la popolazione locale.

Il progetto di sviluppo sarà finanziato complessivamente con 50 mila euro di cui 35 mila con un contributo regionale ottenuto da un bando cui il Centro Culturale Compitese ha partecipato con il sostegno del Comune, 10 mila euro grazie al Comune e i restanti 5 mila euro di cofinanziamento del Centro Culturale Compitese.

Un progetto molto importante che mette al centro la comunità di questi due paesi del Compitese – spiegano l’assessore alle politiche per la comunità, Francesco Cecchetti e il presidente del Centro Culturale Compitese, Augusto Orsi -. La cooperativa di comunità è infatti una nuova forma di economia collaborativa basata su un sistema di innovazione e partecipazione sociale che vedrà impegnati in prima persona, oltre ai soggetti esistenti, gli stessi abitanti che saranno protagonisti di una serie di azioni per dare nuovo slancio turistico e aggregativo al Borgo. Il tutto ruoterà attorno alle eccellenze del territorio, come le camelie, la torre e il contesto paesaggistico e naturalistico. Questo progetto contribuirà anche a riqualificare alcuni spazi dei paesi e a farli vivere. Turismo, cultura, aggregazione e identità sono quindi gli elementi chiave di questo progetto che nasce dalla sinergia fra istituzioni, associazioni e cittadini”.

La cooperativa di comunità è stata al centro dell’incontro che venerdì scorso (22 febbraio) l’assessore regionale alla presidenza Vittorio Bugli ha tenuto nel Borgo delle Camelie assieme all’assessore comunale alle politiche per la comunità, Francesco Cecchetti, e al presidente del Centro Culturale Compitese, Augusto Orsi. Nell’occasione Bugli si è recato anche nel Camellietum Compitese, il giardino di camelie più visitato d’Italia, che al suo interno ospita camelie uniche e preziose.

Share