Cristina Benedetti, candidata alla carica di Sindaco nel comune di Borgo a Mozzano, dopo i risultati elettorali ha deciso di consegnare le dimissioni dalla carica di consigliere.

Il messaggio è stato divulgato sul profilo personale facebook di Cristina Benedetti:

La parola “dimissioni” in Italia è purtroppo poco usata ed, ancora meno, messa in atto. C’è la tendenza infatti, a non voler lasciare nessuna “poltrona” o anche solo “poltroncina” perché si fa fatica a mollare anche la carica di consigliere della bocciofila. Ma, pur riconoscendo di avere tantissimi difetti, sono coerente e soprattutto sono consapevole del fatto che ogni percorso ha un inizio ed una fine, e questo termine lo avverti perché te lo dà il cuore, ed io sono stata educata ad ascoltare, prima di tutto, il mio cuore. Questo in alcuni ambiti può essere un errore, ma per me è un valore aggiunto al quale non so rinunciare.
Pur essendo consapevole della grande difficoltà di questa sfida, ho voluto mettermi in gioco in prima persona e l’ho fatto nello stesso modo in cui affronto ogni cosa della vita, con entusiasmo, passione e determinazione. È stata una bellissima esperienza, una delle più belle della mia vita perché mi ha arricchito facendomi conoscere tante belle persone, mi ha dato modo di creare un bellissimo gruppo di ragazzi/e entusiasti, appassionati e competenti, e nonostante tutto, non sono pentita di averla fatta.
Purtroppo però il risultato è stato molto al di sotto delle aspettative e quindi, i mio percorso di consigliere comunale finisce qui, perché è doveroso, per me riconoscere la grave sconfitta, soprattutto come candidato del centrodestra, che non è riuscita a fare suoi i tantissimi voti che sono andati a quell’area politica alle elezioni europee.
Per ben due mandati sono entrata in maggioranza con un gran numero di preferenze, quando ho rivestito la carica di assessore l’ho sempre fatto da eletta e non da nominata esterna e nel 2014 sono entrata all’opposizione con ben 319 preferenze. Ho avuto modo di farmi una preziosa esperienza, conoscere il territorio e tantissime persone che ci vivono e ci lavorano, e di questo ringrazio i miei compagni di viaggio, sia coloro che con orgoglio mi sono stati vicini fino ad oggi, ma anche chi ha preferito prendere le distanze rinnegando il passato.
È giusto quindi, che altri facciano la loro esperienza sui duri banchi del consiglio comunale e nelle commissioni, avendo così modo di crescere e di mettersi al servizio della comunità, e se vorranno io sarò lì, un passo dietro di loro, per consigliarli (per quanto mi è possibile), incitarli e supportarli.
Buon lavoro ragazzi….sono e sarò sempre Orgogliosa di Voi!!”.

Share