Bonus disabili 2022: importi, requisiti e come richiederlo

Al via dal 1° febbraio 2022 la richiesta per il bonus disabili: un contributo che va dai 150 ai 500 euro mensili alle famiglie che soddisfano determinati requisiti.

Bonus disabili 2022: importi, requisiti e come richiederlo

Al via le domande per il bonus disabili, contributo mensile riconosciuto in favore dei genitori disoccupati o monoreddito con figli con disabilità.

Nonostante sia stato introdotto dall’articolo 1, commi 365 e 366, della Legge di Bilancio 2021, il decreto attuativo che regola il bonus disabili è stato firmato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali solamente il 12 ottobre scorso, e pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 30 novembre.

Per questo motivo l’INPS ha avuto bisogno di qualche giorno di tempo per mettere in moto la procedura per la richiesta del cosiddetto bonus disabili, il quale ha un importo fisso di 150 euro mensili (più eventuali maggiorazioni in presenza di più figli disabili a carico).

Tuttavia, anche se la domanda si può presentare solamente da oggi, martedì 1° febbraio, il bonus disabili decorre comunque dal 1° gennaio 2021: questo significa che coloro che dimostrano di averne i requisiti avranno diritto anche agli arretrati per tutte le scorse dodici mensilità.

Prima di vedere come richiedere il bonus disabili e come questo viene pagato, concentriamoci su requisiti e importi, così da capire meglio come funziona questo nuovo bonus famiglia.

Bonus disabili 2022: a chi spetta, i requisiti

Quello in oggetto è un bonus famiglia che può richiedere direttamente il genitore di un figlio con disabilità, purché ovviamente a suo carico. Affinché si possa avere accesso al bonus disabili, tuttavia, bisogna soddisfare determinate condizioni, quali:

  • il nucleo familiare deve essere monoparentale, quindi composto dal solo genitore che presenta domanda per il bonus e con uno o più figli disabili;
  • per il figlio maggiorenne per il quale si richiede il bonus non bisogna soddisfare alcun requisito anagrafico. Spetta, quindi, anche nel caso dei figli maggiorenni, a patto che siano ancora a carico del richiedente. La percentuale d’invalidità deve essere di almeno il 60%;
  • il genitore che fa richiesta, indipendentemente se padre o madre, deve essere disoccupato. A tal proposito, si ricorda che lo stato di disoccupazione si conserva nel caso di redditi da lavoro dipendente non superiori a 8.145,00€ o da lavoro autonomo non superiori a 4.800,00€. Il genitore, tuttavia, può richiedere il beneficio anche nel caso in cui risulti monoreddito, ossia colui che ricava tutto il proprio reddito esclusivamente dall’attività lavorativa, oppure se risulta essere percettore di pensione;
  • il richiedente, inoltre, deve essere residente in Italia al momento della domanda;
  • l’ISEE del nucleo familiare dove sono presenti genitore e figlio (o figli) disabile deve essere inferiore a 3.000,00€.

Bonus disabili 2022: quanto spetta, gli importi aggiornati

L’importo del bonus disabili 2022 non dipende dal reddito, in quanto è graduato solamente in funzione del numero di figli disabili (almeno al 60%) a carico. Questo significa che basta soddisfare tutti i suddetti requisiti per avere diritto a un bonus di 150,00€ mensili per ogni figlio disabile a carico.

Con due figli disabili, invece, l’importo aumenta a 300,00€ mensili, mentre da tre in poi sale e si ferma a 500,00€ mensili.

Viene riconosciuto per dodici mensilità per il triennio 2021-2023; importante il fatto che può essere cumulato al 100% sia con il Reddito di cittadinanza che con l’assegno unico universale.

L’importo è inoltre esente da tassazione.

Bonus disabili 2022: come fare domanda

La domanda per il bonus disabili può essere presentata in via telematica all’INPS dal 1° febbraio 2022, utilizzando l’apposito servizio accessibile a coloro che sono in possesso delle credenziali:

  • SPID;
  • CIE (Carta d’identità elettronica);
  • CNS (Carta nazionale dei servizi).

Il servizio è accessibile dal menù “Prestazioni e servizi”, semplicemente cliccando su “Servizi” e su “Contributo genitori con figli con disabilità”. Al momento della domanda bisognerà indicare il codice fiscale del figlio per il quale si richiede il bonus, come pure specificare l’IBAN del conto corrente dove si intende ricevere il contributo.

Contestualmente, si potrà fare domanda sia per il 2021 che per il 2022, così eventualmente da ricevere gli arretrati (ossia un bonus da 1.800,00€) nel caso in cui anche lo scorso anno venivano soddisfatti i suddetti requisiti.

La domanda, come solitamente accade in questi casi, si potrà presentare anche chiamando il numero verde INPS oppure rivolgendosi a un patronato.

Si ricorda che la domanda andrà ripetuta nel 2023.

Share