Bonus cicogna 2021: pubblicato da INPS il bando di concorso per ottenere un contributo di 500 euro per i nati o adottati nel 2020. Vediamo come possono fare domanda solo alcune specifiche categorie.

Bonus cicogna 2021 da 500 euro: online bando INPS per i nati nel 2020. Requisiti e domanda

Bonus cicogna 2021: è online il bando INPS per i bambini nati o adottati nel 2020 per i quali si ha diritto a un contributo di 500 euro.

Nel bando dell’Istituto per il bonus cicogna 2021 sono inseriti i requisiti e viene spiegato come fare domanda per ottenere il contributo.

Il bonus cicogna 2021 non è rivolto a tutti i genitori i cui figli o orfani siano nati o adottati nell’anno solare 2020 ma solo ad alcune specifiche categorie come vedremo di seguito.

Il bonus cicogna 2021 è un concorso in verità con bando al quale si affianca anche quello di recente pubblicazione per ottenere il “Contributo per iscrizione e frequenza asilo nido” nell’anno educativo 2020-2021, per i figli e orfani dei dipendenti del Gruppo Poste Italiane S.p.A. e dei dipendenti ex IPOST.

Il bonus cicogna 2021 consiste in 640 contributi ciascuno di importo pari a 500 euro. Abbiamo detto dell’assegno unico per i figli temporaneo del 2021, in attesa di quello che entri a regime nel 2022. Vediamo ora quali sono i requisiti e come fare domanda per il bonus cicogna 2021 tra il 2 agosto e il 30 ottobre 2021.

Bonus cicogna 2021, online bando INPS: requisiti

Il bonus cicogna 2021 è messo a concorso con il bando online dell’INPS. Il bando fa una distinzione tra titolare del diritto al bonus cicogna 2021, richiedente e beneficiario.

I titolari del diritto al bonus cicogna 2021 sono:

  • dipendenti del Gruppo Poste Italiane S.p.A.;
  • dipendenti ex-IPOST, sottoposti alla trattenuta mensile dello 0,40% di cui all’art. 3 della legge 208/1952, ancorché eventualmente deceduto, che «genera» il diritto alla prestazione;
  • pensionati già dipendenti del Gruppo Poste Italiane S.p.A. o già dipendente ex-IPOST, che mantiene il diritto alle prestazioni.

Il soggetto che presenta la domanda per il bonus cicogna 2021 da 500 euro può essere:

  • il titolare della prestazione in qualità di genitore del beneficiario;
  • il coniuge del titolare, in caso di titolare deceduto, in qualità di “genitore superstite” e il coniuge del titolare decaduto dalla responsabilità genitoriale, in qualità di “genitore richiedente”;
  • l’altro genitore, ancorché non coniugato con il titolare della prestazione, in caso di decesso di quest’ultimo o in caso di titolare della prestazione decaduto dalla responsabilità genitoriale;
  • il tutore del figlio o dell’orfano del titolare della prestazione.

Il beneficiario del bonus cicogna 2021 è il bambino nato o adottato nel 2020.

INPS nel bando di concorso ricorda che il bonus cicogna 2021 consiste in un contributo di 500 euro e in palio ve ne sono 640. Per ottenere il bonus cicogna 2021, prima della presentazione della domanda il richiedente deve aver presentato la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) per la determinazione dell’ISEE ordinario, oppure dell’ISEE minorenni con genitori non coniugati tra loro e non conviventi qualora ne ricorrano le condizioni come INPS specifica nel bando.

L’attestazione ISEE 2021 è rilasciata dall’INPS mediante la presentazione della Dichiarazione Sostitutiva Unica da parte del richiedente. A seguito della presentazione della domanda infatti i beneficiari verranno collocati in una graduatoria secondo valori crescenti di indicatore ISEE del nucleo familiare di appartenenza del beneficiario.

leggi anche

Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) ai fini ISEE 2021: cos’è, come funziona e cosa cambia

In caso di mancata presentazione della DSU valida alla data di invio della domanda di partecipazione al concorso per il bonus cicogna 2021 di 500 euro si verrà collocati in coda alla graduatoria.

Bonus cicogna 2021: come fare domanda

Si può fare domanda per il bonus cicogna 2021 dalle ore 12:00 del giorno 2 agosto 2021 e fino alle ore 12:00 del giorno 30 ottobre 2021.

La domanda per il bonus cicogna 2021 deve essere inviata dal richiedente il contributo di 500 euro in via telematica accedendo al servizio nei seguenti modi:

  • Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID);
  • Carta d’Identità Elettronica (CIE);
  • Carta Nazionale dei Servizi (CNS).
  • PIN dispositivo rilasciato prima del 1° ottobre 2020 (da questa data INPS non rilascia più nuovi PIN) e comunque utilizzabile fino al 30 settembre 2021 che dovrebbe essere la data limite per la fase transitoria.

Il beneficiario deve collegarsi al sito ufficiale dell’INPS (clicca qui) e inserire nella casella di ricerca:

  • “Bonus Cicogna”;
  • oppure cliccando “Prestazioni e servizi” – ”Prestazioni” e scrivendo nella casella di testo libero “Bonus Cicogna”.

Il richiedente accede mediante le credenziali di cui abbiamo detto cliccando sulla voce: “Servizi Fondi Gruppo Poste Italiane (Assistenza)”.

Effettuato l’accesso all’area riservata seleziona la voce “Inserisci nuova domanda” e così potrà visualizzare il modulo da compilare dove compaiono i dati identificativi del soggetto richiedente.

Nella domanda per il bonus cicogna 2021 occorre inserire:

  • i recapiti telefonici mobili o fissi;
  • i recapiti di posta elettronica (e-mail).

Nella domanda è obbligatorio indicare il codice IBAN del conto corrente bancario o postale italiano o della carta prepagata abilitata alla ricezione di bonifici bancari da parte delle Pubbliche Amministrazioni intestato o cointestato al richiedente la prestazione.

Dopo l’invio telematico della domanda per il bonus cicogna 2021, l’INPS trasmetterà una ricevuta di conferma, all’indirizzo e-mail indicato nella richiesta.

La domanda di partecipazione al concorso per il bonus cicogna 2021 inviata è visualizzabile attraverso la funzione “Consultazione domande inoltrate”, all’interno dell’area riservata. Per maggiori dettagli sul bonus cicogna 2021 di 500 euro rimandiamo al testo completo del bando INPS.

Share