Bonus 600 euro in pagamento dall’INPS: ecco quando arrivano i soldi

L’annuncio del Ministro dell’Economia in diretta TV: i soldi saranno sul conto corrente dei richiedenti entro la prossima settimana.

Bonus 600 euro in pagamento dall'INPS: ecco quando arrivano i soldi

Bonus 600,00€ in arrivo sui conti correnti dei lavoratori che ne hanno diritto: la conferma arriva direttamente dal Ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, il quale ha garantito che i soldi arriveranno in tempi brevi.

Il Ministro dell’Economia Gualtieri è intervenuto al TG3 affrontando diversi argomenti tra cui inevitabilmente il MES e anche il bonus 600,00€, sia quello riconosciuto per il mese di marzo (ma in arrivo ad aprile) che quello in pagamento a maggio (ma il Decreto Cura Italia slitta ancora).

Una buona notizia per tutti quei lavoratori autonomi (ma anche per gli stagionali e per gli operai dell’agricoltura) è quella per cui i soldi attesi arriveranno entro la prossima settimana. Parola del Ministro dell’Economia, il quale ha anche assicurato che per il prossimo bonus per le Partita IVA i tempi di erogazione saranno più brevi.

Bonus 600 euro in pagamento dall’INPS: ecco quando arrivano i soldi

Il Ministro dell’Economia ha esordito con una buona notizia per tutti quei lavoratori in difficoltà dopo che a causa della diffusione del coronavirus sono stati costretti a chiudere momentaneamente la loro attività.

Nel dettaglio, il tanto discusso bonus 600,00€ (se non altro per tutti i problemi che hanno caratterizzato la richiesta tramite il sito INPS) sembra essere in arrivo già nei prossimi giorni.

Gualtieri, infatti, ha annunciato che “in queste ore all’INPS stanno erogando finalmente i 600,00€”. Soldi che a questo punto dovrebbero essere assegnati a tutti entro la prossima settimana.

Bonus più corposi nel decreto aprile

Mentre si attende l’arrivo imminente dei primi 600,00€ di aiuti erogati dallo Stato per l’emergenza coronavirus, il Governo comincia a lavorare sul prossimo decreto Cura Italia che – parola di Giuseppe Conte – verrà approvato “entro la fine di aprile”.

Un provvedimento su cui, come confermato da Gualtieri al TG3, il Governo intende investire un maggior numero di risorse rispetto ai 25 miliardi previsti dal Decreto Cura di marzo. Gli aiuti saranno “molto più consistenti di quelli del mese scorso”, tant’è che si parla di un bonus per le Partita IVA di almeno 800,00€.

Ma il problema burocrazia resta di primaria importanza, visto che è impensabile che a più di un mese non siano ancora arrivati i primi aiuti economici per i lavoratori. A tal proposito, Gualtieri ha annunciato che tutte le persone dovranno disporre di un reddito sufficiente per sopravvivere nel minor tempo possibile, con i tempi che a maggio si prospettano più brevi.

Riguardo alle nuove misure previste dal Decreto liquidità, invece, le nuove misure saranno operative dalla prossima settimana per prestiti fino a 25.000€, con 100% di garanzia da parte dello Stato.

Gualtieri: “Non abbiamo bisogno del MES

Per ultimo è stato affrontato il tema MES, con Gualtieri che ha seguito la stessa linea della conferenza stampa di Giuseppe Conte spiegando che l’Italia “non ha bisogno del MES”, anche perché questo strumento “non ha la dimensione adeguata per mettere in campo le risorse necessarie” che dovrebbero attestarsi tra gli 1 e gli 1,5 trilioni. Ecco perché (anche se è molto difficile il via libera dell’UE) l’Italia si sta concentrando sugli Eurobond.

Il MES verrà comunque utilizzato, ma solo per quei Paesi che ne faranno richiesta, senza alcuna condizionalità. Tuttavia l’Italia punta ad un obiettivo più ambizioso: un fondo per la rinascita dell’Europa.

Share